Lutto nel mondo dell'alpinismo, addio a Lino Lacadelli

Lutto nel mondo dell'alpinismo, addio a Lino Lacadelli

BELLUNO - Lutto nell'alpinismo italiano.  È morto venerdì mattina nella sua casa di Cortina d'Ampezzo Lino Lacedelli, l'alpinista che insieme ad Achille Compagnoni (morto il 13 maggio scorso all'età di 94 anni) conquistò il 31 luglio 1954 il K2. Lacedelli, da tempo malato, avrebbe compiuto 84 anni il prossimo 4 dicembre. L'estate scorsa il grande alpinista ampezzano aveva subito un intervento cardiaco dal quale non si era più ripreso.

 

"Lino Lacedelli non entrerà nella storia dell'alpinismo solo come conquistatore del K2 assieme a Achille Compagnoni, ma anche come uno dei più grandi arrampicatori", ha commentato Reinhold Messner secondo il quale "la scalata della parete sud-ovest di Cima Scotoni vale addirittura più della conquista del K2. Lacedelli è stato uno degli arrampicatori più eccellenti degli anni '50".

 

Secondo Messner, "Lacedelli ha contribuito alla ricostruzione psicologica dell'Italia nel dopoguerra". Il Club Alpino Italiano a nome del Presidente Generale Annibale Salsa ha espresso il proprio cordoglio. Il Presidente lo ricorda come "una persona discreta e di grande onestà intellettuale, portatore dei veri valori della montagna."

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -