Macchina che vince non si cambia, svelata la nuova Red Bull

Macchina che vince non si cambia, svelata la nuova Red Bull

Macchina che vince non si cambia, svelata la nuova Red Bull

JEREZ DE LA FRONTERA - Era una delle vetture più attese: con una settimana di ritardo rispetto a Ferrari, McLaren e Mercedes sono stati tolti i veli alla nuova Red Bull. La RB6, affidata alle mani di Sebastian Vettel e Mark Webber, come ha ammesso il progettista Adrian Newey rappresenta un'evoluzione della monoposto del 2009, ovviamente più lunga secondo i cambiamenti regolamentare. In lavoro si è concentrato in particolar modo nell'aerodinamica delle pance, mentre per il cofano motore presenta una pinna posteriore collegata all'ala.

 

Webber, al quale è stato affidato il debutto in pista, l'ha paragonata ad una limousine. "Nel 2009 abbiamo fatto un passo avanti incredibile, dimostrando che anche un team clienti può lottare per il campionato. Quest'anno l'obiettivo è ovviamente quello di vincerlo", ha affermato il responsabile della scuderia Christian Horner.

 

"Ho fiducia perché Vettel è maturato incredibilmente e Webber inizia la stagione in piena forma, mentre 12 mesi fa era reduce da un brutto infortunio", ha aggiunto. Fallito il passaggio dal motore Renault al Mercedes, Sebastian Vettel ha negato di avere dubbi sull'affidabilità: "Ho piena fiducia nel lavoro della Renault e a volte l'anno scorso le prestazioni sono sembrate peggiori di quelle che fossero nella realtà".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -