Superstock 600, "grand chelem" per Faccani: è lui il dominatore di Imola

"Sono felicissimo, non potevo davvero chiedere di più da questo weekend: devo ringraziare tutta la squadra, avevo una moto straordinaria".

Marco Faccani, in sella alla Kawasaki del San Carlo Team Italia, ha conquistato il round di Imola classe Superstock 600. Il pilota ravennate, scattato dalla pole dopo aver dominato le prove, si è ripetuto in gara, prendendo subito il largo e andando a vincere indisturbato. Sul secondo gradino del podio è salito il finlandese Niki Tuuli (Yamaha). Terza posizione per Stefano Casalotti (Yamaha), che ha preceduto altri tre italiani, Luca Salvadori (Kawasaki), Michael Rinaldi (Yamaha) e Federico Caricasulo (Honda).

Trascorso poco meno di un mese dall'affermazione all'esordio nella categoria conseguita al Motorland Aragón di Alcañiz, il talentuoso pilota ravennate è stato l'effettivo dominatore del terzo appuntamento stagionale. Leader in tutti i turni di prove, autore di una strepitosa pole position con il nuovo record della pista per la categoria in 1'53"938, "Facco" in gara ha ampiamente rispettato le attese. Scattato benissimo dalla prima casella dello schieramento di partenza, in sella alla Kawasaki Ninja ZX-6R #5 in soli 2 giri dell'Autodromo di Imola ha costruito un vantaggio superiore ai 3" sui più diretti inseguitori, sapientemente amministrato nella fase decisiva della contesa.

Per Faccani un "grand chelem" (pole, vittoria, giro più veloce, corsa condotta dal primo all'ultimo giro) che lo proietta a soli 2 punti dal capoclassifica Tuuli. "Una gara perfetta - ha esordito il ravennate -. Vincere così, dopo un weekend dove tutto è davvero andato per il meglio, è qualcosa di fantastico". "Dopo la partenza nei primi 3 giri ho forzato per guadagnare un buon vantaggio: a quel punto ho cercato di controllare la situazione e, quando ho visto che i più diretti inseguitori si stavano riavvicinando, ho ripreso il mio passo gara per ristabilire le distanze - ha proseguito il talento romagnolo -. Sono felicissimo, non potevo davvero chiedere di più da questo weekend: devo ringraziare tutta la squadra, avevo una moto straordinaria".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall'inviato, Francesco Donati

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -