Superbike, Kawasaki super a Misano: Melandri si deve accontentare del terzo posto

Melandri ha perso nuovamente contatto da Sykes, ma ha guadagnato 12 punti su Jonathan Rea (Honda), portandosi così a 20 punti la distanza dal quarto posto.

A Misano l'Aprilia deve arrendersi allo strapotere della Kawasaki. Marco Melandri si è dovuto accontentare di un doppio terzo posto alle spalle delle "verdone" di Tom Sykes e Loris Baz, mentre Sylvain Guintoli ha archiviato il round romagnolo con un quarto ed un quinto posto, difendendo il proprio secondo posto nella classifica mondiale. Nel Gran Premio della Riviera di Rimini, Melandri ha perso nuovamente contatto da Sykes, ma ha guadagnato 12 punti su Jonathan Rea (Honda), portandosi così a 20 punti la distanza dal quarto posto.

“Sono contento di come ho guidato, il feeling con la moto era buono - ha esordito il ravennate -. In Gara1 dopo qualche errore alla partenza sono riuscito a sorpassare chi mi stava davanti ma, semplicemente, le Kawasaki erano più veloci". Nella manche pomeridiana, con l'aumentare della temperatura, l'Aprilia ha lavorato meglio: "Grazie al lavoro ai box siamo riusciti a recuperare terreno".

Ad ostacolare la rimonta del ravennate un Baz in splendida forma: "Purtroppo qui è difficilissimo sorpassare, lui ha guidato bene e non ha commesso errori. Penso che avrei potuto infastidire Sykes, non gli avrei reso le cose semplici". Conclude Melandri: "E' un peccato non essere riusciti a verificare fino in fondo i nostri progressi. Dopo Sepang anche qui sono stato costantemente veloce, siamo sulla strada giusta a livello di feeling, ora però dobbiamo crescere. Già Portimao, con il suo layout, potrà darci una mano”.

Non certo soddisfatto Guintoli: "Mi aspettavo sicuramente di più - ha dichiarato il francese -. La velocità pura non ci manca, dobbiamo lavorare sulla costanza di rendimento per quanto riguarda il passo di gara. In Gara1 abbiamo valutato male la scelta di gomme, mentre in Gara2 con le opzioni giuste ed alcune modifiche alle geometrie della moto il distacco con la vetta si è decisamente ridotto. Mentre stavo con Marco e Baz ho commesso qualche errore di troppo che mi ha impedito di battagliare per il podio fino alla fine. Dobbiamo continuare a lavorare per essere più costanti in gara”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall'inviato, Francesco Donati

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -