Marotta guarda già alla Juve: ''Non bisogna fare rivoluzioni''

Marotta guarda già alla Juve: ''Non bisogna fare rivoluzioni''

Marotta guarda già alla Juve: ''Non bisogna fare rivoluzioni''

ROMA - Giuseppe Marotta parla già da juventino. Intervenendo a "Radio Anch'io lo Sport", ha evidenziato che la Signora "deve tornare in posizioni che le competono". "Ci sono da valorizzare risorse societarie e tecniche - ha evidenziato l'ormai ex amministratore delegato della Sampdoria - perché non dimentichiamo che 8 giocatori sono stati convocati da Lippi, quindi non bisogna fare rivoluzioni". "Ci vogliono progetti e ci si confronta con gli altri", ha aggiunto.

 

Quanto all'ufficializzazione dell'accordo, Marotta ha spiegato che l'assunzione sarà comunicata dalla dirigenza bianconera e che nei prossimi giorni si incontrerà con Andrea Agnelli e Blanc. "Per me alla Samp si chiude un ciclo straordinario che non potrò mai dimenticare e auspico ai miei successori di raggiungere traguardi che questo ambiente può dare", ha aggiunto. La conquista della Champions League della Samp "è  stato il coronamento di un progetto della gestione Garrone".

 

"Auguro alla Samp di continuare su questa strada - ha detto Marotta -. Il nostro progetto porta non solo ai risultati sportivi ma a un calcio sostenibile. Abbiamo fatto anche un ottimo lavoro sul settore giovanile. Abbiamo vinto titoli, ci siamo ancora una volta qualificati per la fase finale del campionato Primavera, abbiamo portato in prima squadra Poli e lanciato Marilungo, ora in B".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -