Superbike, per Biaggi un rientro da favola: "Più andiamo avanti e più sarà difficile"

"Ora pensiamo al sabato - mette le mani avanti Biaggi -. Credo che più andiamo avanti e più sarà difficile". Secondo il pilota dell'Aprilia si ridurranno i tempi delle prove, la disponibilità di gomme e si affronteranno degli automatismi che non ho mai provato

Foto di Marzio Bondi

Doveva essere un grande ritorno e tale è stato. Al rientro come wildcard in una prova del mondiale Superbike, Max Biaggi è stato il più rapido nella prima giornata di prove del Gran Premio della Riviera di Rimini, ottavo round del campionato delle derivate di serie. Un rientro da sogno per il sei volte campione del mondo: velocissimo sul giro secco (1'35"380 è il nuovo record della pista), costante sul passo gara, anche con gomme ormai alla frutta.

"Ora pensiamo al sabato - mette le mani avanti Biaggi -. Credo che più andiamo avanti e più sarà difficile". Secondo il pilota dell'Aprilia si ridurranno i tempi delle prove, la disponibilità di gomme e si affronteranno degli automatismi che non ho mai provato. Vediamo, non sarà semplice e ci vorrà anche un po’ di fortuna”. Le emozioni restano forti e Romano Albesiano, responsabile Aprilia Racing, non lo nasconde: "E' stata una giornata storica per la Superbike. Rivedere Max in pista, vederlo guidare in questo modo e ottenere questa prestazione, pur avendo deciso poco tempo fa di tentare davvero questa avventura, è un grande regalo per tutti gli appassionati del nostro sport".

Giornata discreta per Leon Haslam, quarto con scivolata nel finale, e Jordi Torres, settimo. “Sono piuttosto soddisfatto - afferma l'inglese -. Abbiamo fatto buoni progressi nel pomeriggio rispetto al mattino. Ho fatto un errore negli ultimi minuti delle FP2, nel tratto veloce, forse una delle cadute più veloci della mia carriera. Fortunatamente non ha avuto conseguenze, purtroppo ho dato ai ragazzi del team un bel po’ di lavoro extra. Il feeling è buono, passo dopo passo stiamo trovando un buon ritmo e sono sicuro che domani ci miglioreremo ancora”.

"Ho bisogno di migliorare specialmente all’anteriore, sia nelle reazioni della RSV4 che nella mia fiducia - sottolinea lo spagnolo -. Il setup e la mia confidenza, che devono crescere di pari passo". Torres giudica comunque positiva la giornata: "Avevo già corso qui con la Moto2 e nonostante cambino molto i riferimenti ci ho messo molto poco a imparare. Questo ci permette di iniziare da subito a lavorare sulla durata delle gomme".

Dall'inviato, Giovanni Petrillo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -