Melbourne, show Red Bull. Pole Vettel, terzo Alonso

Melbourne, show Red Bull. Pole Vettel, terzo Alonso

Melbourne, show Red Bull. Pole Vettel, terzo Alonso

MELBOURNE - Prima fila tutta Red Bull a Melbourne. Sarà Sebastian Vettel a partire davanti a tutti nel Gran Premio d'Australia, secondo round del mondiale di F1. Il ‘terribile tedeschino' ha replicato la pole del Bahrain, realizzando il nuovo record dell'Albert Park di Melbourne in 1'23''919. Un giro perfetto fino alla curva 13, quando il giovane talento ha perso aderenza rischiando persino di andare in testacoda con successivo bloccaggio della gomma anteriore sinistra.

 

Per sua fortuna Vettel è riuscito ad arrivare sul traguardo con 116 millesimi di vantaggio sul compagno di squadra Webber, che sperava nel colpaccio davanti al pubblico di casa. Grande soddisfazione in casa Red Bull, che dopo novanta gran premi è riuscita finalmente ad egemonizzare la prima fila. Bene anche la Ferrari con Fernando Alonso (1'24''111) e Felipe Massa (1'24''837) rispettivamente al terzo e quinto posto. Per il brasiliano problemi di grip. "Nel giro singolo sappiamo che la Red Bull è veloce - ha affermato il team principal di Maranello, Stefano Domenicali -. Ma siamo contenti, ci troviamo lì davanti ed in gara può succedere di tutto, con il possibile ingresso della safety car. Non ci aspettiamo la pioggia".

 

Tra le due rosse si è inserita la McLaren Mercedes di Jenson Button (1'24''675), che si è tolto la soddisfazione di battere nel duello in casa Lewis Hamilton. Proprio il campione del mondo del 2008 è stata la sorpresa in negativo del giorno: condizionato dal traffico, il britannico è stato eliminato nella seconda manche e scatterà solamente dall'undicesima posizione. Poca soddisfazione anche nei box Mercedes Gp con Nico Rosberg  (1'24''887) che ha strappato per 43 millesimi la sesta posizione a Michael Schumacher.

 

L'ex pilota della Williams ha commesso un errore nel giro decisivo che gli ha fatto perdere decimi preziosi, mentre il sette volte iridato alla domanda ‘come sono andate le qualifiche' ha risposto con un laconico: ‘Così così'. "In passato sono stato veloce qui, ma ora dobbiamo pensare al presente - ha aggiunto il campione di Kerpen -. E' stata una sessione difficile, condizionata dal traffico". Dietro Schumi ottimo ottavo tempo per la Williams Cosworth di Rubens Barrichello.

 

La top ten è completata dalla Renault di Robert Kubica e dalla Force India-Mercedes di Adrian Sutil. Tredicesimo, anche lui condizionato dal traffico in pista, Vitantonio Liuzzi, che scatterà alle spalle della Toro Rosso-Ferrari di Sebastien Buemi. Ventesima la Lotus di Jarno Trulli, che ha accusato la rottura del sedile. Rispetto al Bahrain le monoposto esordienti hanno migliorato di qualche decimo, rientrando nella Q1 tutte nel limite del 107%.

 

Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -