Mihajlovic sbarca a Firenze: ''E un onore''

Mihajlovic sbarca a Firenze: ''E un onore''

Mihajlovic sbarca a Firenze: ''E un onore''

FIRENZE - "Sinisa portaci in Champions League". Duecento tifosi hanno accolto l'arrivo a Firenze di Sinisa Mihajlovic. "È un onore per me allenare la Fiorentina - ha affermato l'ex allenatore di Bologna e Catania -. So cosa mi aspetta, le responsabilità. So bene che i toscani sono tosti, anch'io lo sono, andremo d'accordo", ha aggiunto. L'auspicio del tecnico serbo è quello "di continuare la strada tracciata da Prandelli", tecnico viola per cinque anni, che ha accettato la sfida della Nazionale.

 

Mihajlovic ha ringraziato il Catania per averlo liberato per consentirgli di iniziare la nuova avventura. "Firenze ha perso un grande allenatore ma lo ha conquistato l'Italia - ha affermato -. Da parte mia cercherò di riportare la Fiorentina in Champions League, sono certo che ce la faremo. Possiamo vincere insieme, questo è un grande stimolo per me. Sono onorato che il direttore mi abbia scelto". Il neo tecnico viola ha deciso di aver accettato la sfida dela Fiorentina "perchè c'è Corvino, un dirigente che ho sempre stimato".

 

Il neo allenatore ha annunciato che Il modulo base sarà il 4-3-3, anche se non ha escluso che proverà il 4-2-3-1. "Voglio una Fiorentina d'attacco", ha annunciato. Quindi si è detto convinto che Alberto Gilardino resterà a Firenze: "E' un giocatore importante, il mio modo di giocare lo esalterà. E poi, se ha qualche dubbio, glielo tolgo io".

 

Poi ha rilevato di stimare anche Adrian Mutu, con il quale in passato ci furono degli screzi. Ma Mihajlovic ha assicurato: Chiarimmo tutto a suo tempo. In quella occasione sbagliai io. Adrian comunque mi piace, ha un carattere focoso, quasi come il mio. A me piace la gente con gli attributi. Sul suo futuro non abbiamo ancora parlato, io mi fido della mia società".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -