Milan, da Ibra parole d'amore: ''E' la più bella maglia che ho indossato''

Milan, da Ibra parole d'amore: ''E' la più bella maglia che ho indossato''

Milan, da Ibra parole d'amore: ''E' la più bella maglia che ho indossato''

MILANO - "Questa è la più bella maglia tra tutte quelle che ho indossato". Giacca nera e cravatta rossa, Zlatan Ibrahimovic si è presentato così ai nuovi tifosi del Milan. "A Milanello mi sono trovato subito bene - ha evidenziato -. C'è un'ottima l'organizzazione. Ero vicino al Milan quattro anni fa; finalmente sono arrivato". L'attaccante svedese è sicuro: "Sono sicuro che con il giusto lavoro possiamo vincere tutto". L'ex blaugrana non è preoccupato per gli altri reparti.

 

"La migliore difesa è l'attacco - ha evidenziato -. Non serve andare indietro, ma attaccare". "L'idea di giocare tra Pato e Ronaldinho è un incentivo in più", ha aggiunto, senza dimenticare Pippo Inzaghi "perché è un fenomeno". Ibrahimovic ha ripercorso le tappe del suo acquisto: "Berlusconi mi ha detto parole importanti e mi ha convinto subito a venire al Milan. Non potevo dire di no. Poi sono stati i due club a dover discutere. Galliani che ha fatto di tutto per portarmi qui".

 

Il Milan sarà l'ultima squadra dell'attaccante? "Spero di stare qua più a lungo possibile - ha evidenziato -. Ho firmato per quattro anni. Ogni volta che arrivo in una squadra nuova spero sia l'ultima, ma poi dipende da come vanno le cose, dal club e dal mister". A Milano affronterà la sua ex squadra, l'Inter. "Sono stato benissimo, coi compagni e con i tifosi. Sara' un derby fantastico, ma sono sicuro che vinceremo noi. A me interessano i tifosi del Milan".

 

Zlatan ha anche spiegato l'addio dal Barcellona: "C'era 'una persona' che non mi voleva parlare", ha spiegatoll'allenatore, riferendosi a Pep Guardiola, con cui il giocatore ha avuto negli ultimi tempi un rapporto burrascoso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -