Milan, nel segno di Ibra. L'Auxerre ko 2-0

Milan, nel segno di Ibra. L'Auxerre ko 2-0

Ibra in azione contro il Cesena

MILANO - Nel segno di Zlatan Ibrahimovic. L'attaccante svedese è stato decisivo nella vittoria del Milan contro l'Auxerre nella sua prima in Champions con la maglia rossonera. Quella della squadra di Massimiliano Allegri è stata una vittoria sofferta, decisa da due squilli dell'ex attaccante di Juve, Inter e Barcellona che al 66' ha sbloccato il risultato deviando in rete un assist di testa di Boateng e, al 69', ha chiuso la partita con un preciso piatto destro su invito di Ronaldinho.

 

Non è stato tutto rose e fiori. I rossoneri hanno conosciuto anche i fischi di San Siro dopo un primo tempo indecoroso. Troppo lenta la manovra, peggio di quanto visto sabato scorso a Cesena. Un gioco macchinoso che ha permesso ai francesi di sfiorare il vantaggio al 23' con una traversa di Coulibaly. Poi è salito in cattedra mister 9 milioni di euro a stagione e per i 60mila di San Siro è stata apoteosi. Il Milan ha ritrovato quella vittoria in Champions che mancava dal dicembre 2007 (1-0 al Celtic).

 

"E' stato Bellissimo - ha affermato Ibra -. Sto lavorando per vincere, lo faccio sempre ma non è che tutte le volte va come vuoi. Il risultato qui era importante e quando vinci con una squadra come il Milan diventa ancora più bello". Moderato l'entusiasmo di Allegri, che si è detto contento della "pazienza con cui la squadra ha affrontato la partita". "Nera facile con un Auxerre ben messo - ha evidenziato -. Abbiamo rischiato un contropiede di troppo e forse negli ultimi 5 minuti avremmo potuto gestire meglio la palla, ma sono soddisfatto".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -