Mondiali 2010, disfatta Italia. Quagliarella in lacrime: ''Sogno di una vita finito''

Mondiali 2010, disfatta Italia. Quagliarella in lacrime: ''Sogno di una vita finito''

JOHANNESBURG - In mondo visione sono finite le sue lacrime. Fabio Quagliarella è stato il migliore in campo nella disfatta contro la Slovacchia. Il centravanti del Napoli, spedito in campo dal ct Marcello Lippi nel secondo tempo, ha dato vivacità alla manovra di gioco azzurra, mettendoci lo zampino sul goal di Di Natale, illudendo milioni di italiani con il 2-2 poi annullato per fuorigioco e poi realizzando con una bella conclusione dalla distanza la rete del definitivo 3-2.

 

"Il mister mi ha chiamato dicendomi ce dovevo inventarmi qualcosa - ha detto Quagliarella -. Ho fato del mio meglio, ma il sogno di una vita e di una carriera è finito. Chiedo scusa all'Italia". L'attaccante ha assolto Lippi: "Non ha colpe, le abbiamo noi che andiamo in campo. Il tecnico aveva disposizione tanti attaccanti e ci ha fatto giocare un po' tutti". Quindi ha concluso amareggiato ammettendo che quella contro la Slovacchia "non è stata una grande partita".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -