Mondiali 2010, Lippi: ''L'Italia c'è''. Radio Padana? ''Chi se ne frega''

Mondiali 2010, Lippi: ''L'Italia c'è''. Radio Padana? ''Chi se ne frega''

Mondiali 2010, Lippi: ''L'Italia c'è''. Radio Padana? ''Chi se ne frega''

CITTA' DEL CAPO - "Siamo solo all'inizio, ma l'Italia c'è". Il ct Marcello Lippi vede il bicchiere mezzo pieno dopo il pareggio per 1-1 contro il Paraguay. "Se qualcuno aveva dubbi avete visto che l'Italia c'è di testa, gambe e di cuore: unico rammarico è che non abbiamo vinto, lo avremmo meritato". A una domanda sulla telecronaca contro gli azzurri fatta da Radio Padania Libera, condotta da Roberto Ortelli, il ct ha tagliato corto: Non me ne frega niente".

 

Perchè vi abbassate fino a questo livello? - si è chiesto Lippi -. Siete giornalisti di alto livello - ha detto il ct rivolto ai cronisti italiani. Non dovete scendere così in basso con queste domande...". Sull'infortunio di Buffon: "Ha avuto un problema alla schiena in riscaldamento. All'inizio mi ha detto che poteva farcela, poi onestamente nell'intervallo mi ha detto che non ce la faceva. Al di là del singolo, questo è stato un problema perchè ho avuto a disposizione una sostituzione in meno che poteva tornare utile".

 

In campo si è visto un ottimo Montolivo: "E' stato straordinario, ha dato tantissimo in qualità e quantità complimenti". Così su De Rossi: "Ha avuto qualche piccolo acciacco, ma stasera è andato in crescendo. Tutti, chi più chi meno ha fatto bene". Nonostante l'Italia sia stata poco consistente in fase d'attacco, Lippi ha promosso gli azzurri: "Si è vista un'ottima Italia, mi è parsa più squadra del Paraguay".

 

"Io sono molto soddisfatto - ha chiosato -. Mi è piaciuto l'approccio psicologico, ho visto un'Italia che c'era col cuore e con le gambe, ma che ha raccolto meno di quanto abbia meritato. Nella ripresa loro non hanno mai tirato, la squadra ha capito che c'è, chissà se l'hanno capito pure gli altri".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -