Moratti: ''Balotelli? Un suicidio pubblico''

Moratti: ''Balotelli? Un suicidio pubblico''

Moratti: ''Balotelli? Un suicidio pubblico''

MILANO - Balotelli litiga con i tifosi e getta la maglia. E' la nota stonata della notte magica dell'Inter che a ‘San Siro' martedì sera ha schiantato l'Inter 3-1. Secondo il presidente nerazzurro Massimo Moratti quello di ‘Super Mario' è stato un "suicidio pubblico". "E' un ragazzo che ha le sue problematiche in cui non voglio entrare", ha affermato il patron nerazzurro, partecipando alla presentazione del libro di Stefano Borgonovo. "Forse non hanno detto a Balotelli che quella di ieri (martedì, ndr) era una serata vincente".

 

Il centravanti dal canto suo è ambizioso: "Io sto bene, sono pronto a diventare il giocatore più forte del mondo. Sono tranquillo, ho questo sogno da quando ero piccolo e sono io il primo a non voler rovinare tutto questo". Balotelli non ha parlato di quella maglietta gettata per terra al fischio finale, ma ha parlato del suo carattere, definendosi un "ragazzo solare".

 

"Secondo me non c'è difficoltà nel farmi apprezzare - ha detto -. Il problema è che l'80 per cento della mia vita lo vivo sotto i riflettori, quando le cose non vanno bene uno non può sorridere, se mi vedessero a casa mia, con i miei amici e la mia famiglia, tutti si accorgerebbero che io sono un ragazzo solare".

 

Balotelli ha ricevuto anche un ‘Tapiro d'oro', il secondo in poche settimane. L'attaccante imperturbabile non ha reagito alle domande di Valerio Staffelli, inviato di "Striscia la Notizia". Divertito però dalle battute dell'inviato del tg satirico, l'attaccante ha evidenziato che "il sorriso non lo nego mai a nessuno".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -