Morbo di Gehrig, Dal Monte: "Malattia ancora incomprensibile"

Morbo di Gehrig, Dal Monte: "Malattia ancora incomprensibile"

Tornata alla ribalta delle cronache per il caso drammatico dell'ex attaccante di Milan e Fiorentina, Stefano Borgonovo, la Sla, meglio nota come morbo di Gehrig, è stata associata con prepotenza allo sport, ed in particolare al calcio. Sulla questione è intervenuto il capo del Dipartimento di fisiologia e biomeccanica dell'Istituto di medicina dello Sport del Coni, Antonio Dal Monte, intervistato da Kiss Kiss Napoli.

 

"La Sla e' una malattia fluida, curiosa ed incomprensibile - ha detto il professore - "Il morbo di Gehrig prende il nome dal noto giocatore americano di baseball morto di sclerosi laterale amiotrofica, ma chissà perché è stata definita la 'malattia dei calciatori'. Una delle ragioni per la quale questo morbo colpisce i giocatori di calcio, può forse ravvisarsi nel fatto che questi possono subire microtraumi dovuti ai continui colpi di testa, ma questa motivazione non trova riscontro in alcune osservazioni di carattere pratico: non si capisce, ad esempio, perché i pugili, che subiscono numerosi traumi al capo, non siano affatto colpiti dalla malattia".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'abuso di farmaci anche se leciti? - continua Dal Monte - La ricerca non ne viene a capo: la Sla è ancora misteriosa, non se ne conoscono le origini e risulta, a mio avviso, peccaminosa, associarla alla pratica sportiva. Il fatto che alcuni importanti personaggi siano stati colpiti dalla malattia, fa presupporre un legame tra il morbo di Gehrig ed il mondo del calcio, ma in realtà la percentuale dei casi è poco significativa - sostiene Dal Monte - Si potrebbe, eventualmente, ipotizzare un'eventualità del genere se si riscontrassero 10 casi di Sla nella motonautica od in altre attività sportive con pochi praticanti. Nel calcio, invece, praticato da milioni di sportivi, i casi accertati di Sla risultano essere presenti, dal punto di vista statistico, in percentuali risibili".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -