Moto2, Gp Qatar. Trionfo di Bradl, show di Iannone

Moto2, Gp Qatar. Trionfo di Bradl, show di Iannone

Moto2, Gp Qatar. Trionfo di Bradl, show di Iannone

LOSAIL - Fuga vincente di Stefan Bradl. Il tedesco della Kalex preparata dal team Viessman Kiefer Racing ha fatto suo il Gran Premio del Qatar, round d'apertura Moto2, precedendo uno straordinario Andrea Iannone, risalito con la sua Suter dalla 16esima posizione. Il portacolori del team Speed Master è stato protagonista di una spettacolare rimonta grazie al gran lavoro della squadra che è riuscita a ribaltare una situazione che sabato era piuttosto critica.

 

Il gradino più basso del podio è stato completato dallo svizzero Thomas Luthi, in sella alla Suter del team Interwetten Paddock Moto2. Ottimo quarto posto per Alex De Angelis (Jir Moto2), autore all'ultimo giro di un sorpasso deciso ma corretto sul giapponese Yuki Takahashi (Moriwaki Team Gresini). "Sono molto felice - ha affermato Bradl -. E' stato un weekend fantastico. In gara è stato difficile mantenere la concentrazione perché ero solo ed ho lottato contro me stesso".

 

"Dopo le difficoltà delle qualifiche sono felicissimo - ha esordito Iannone -. Giravo un secondo e mezzo più piano. Siamo riusciti a fare uno step notevole grazie alla squadra che ha fatto un grandissimo lavoro. Volevo portare il tricolore sul gradino più alto del podio, ce l'ho messa tutta. Il secondo posto è comunque ottimo". Sorridente anche Luthi: "Ho fatto una buona gara - ha affermato lo svizzero -. All'inizio ho cercato di tenere il passo di Bradl, ma poi l'ho lasciato andare".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Volevo arrivare secondo - ha aggiunto Luthi -, ma on ero sufficientemente vicino per attaccare Iannone. Ma ci siamo". Ottimo sesto posto per il romano Simone Corsi (Ioda Racing Project) davanti a Jules Cluzel (Forward Racing), al pugliese Michele Pirro (Moriwaki team Gresini), all'inglesino Bradley Smith (Tech 3) e allo spagnolo Julian Simon (Suter Mapre Aspar). Pessimo debutto per il campione del mondo Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), caduto ad inizio gara dopo una brutta partenza.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -