Civ a Imola, spettacolo ed emozioni nonostante la pioggia

Grande spettacolo e gare avvincenti, nonostante le condizioni meteo, nel secondo round del Campionato Italiano Velocità, disputato all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola

Grande spettacolo e gare avvincenti, nonostante le condizioni meteo, nel secondo round del Campionato Italiano Velocità, disputato all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola. Da segnalare la grande prova nella Stock 600 del pilota di casa Mattia Cassani, piazzatosi al secondo posto. Sotto la pioggia, nella Stock 600 è stato Riccardo Russo a fare la differenza. Partito con cautela, ha recuperato con grande autorità conquistando la seconda vittoria consecutiva e consolidando così la sua leadership in classifica.

A centrare il secondo gradino nel finale è stato l’imolese Mattia Cassani, che ha così conquistato il suo primo podio nel CIV. Terzo, a sorpresa, il toscano Federico Monti, in sella alla Suzuki. Dopo la pole centrata ieri, Ivan Goi ha regalato alla Ducati la prima vittoria della Panigale, conquistando anche la vetta del campionato. La gara, con tre partenze, ha visto Goi prendere il largo e poi gestire il vantaggio con grande sicurezza. Secondo Simone Saltarelli (Ducati), che ha resistito nel finale al ritorno di Alessio Velini (BMW).

La Superbike ha avuto il suo momento clou a metà gara. Fino a quella tornata, sono state quattro Ducati a giocarsi i primi posti: Baiocco, Nannelli, Lai e la sorpresa Caselli. Poi il ritiro di Lai, la caduta di Caselli e i problemi di assetto di Baiocco (comunque secondo al traguardo) hanno spianato la strada verso la vittoria a Nannelli, che torna al festeggiare a Imola in sella alla Ducati dopo il trionfo del 2005 in sella alla 749. Terzo posto per Lorenzo Mauri (Ducati).

Il protagonista della gara Moto3 è stato Andrea Locatelli. Vincitore del Trofeo Moriwaki 2011, il giovane bergamasco è riuscito a sbaragliare la concorrenza dei suoi avversari, piloti 125 GP compresi. Alla fine è passato con le braccia alzate sotto la bandiera a scacchi, chiudendo con oltre sei secondi sul diretto rivale, Matteo Ferrari (Honda). Prova sfortunata per l’imolese Kevin Calia (Honda), scivolato mentre era terzo e lanciato alla caccia dei primi due. Calia ha poi concluso ottavo. Nella 125 GP vittoria di Riccardo Moretti (Mahindra) che ha fatto così il bis dopo la vittoria del Mugello, chiudendo con oltre quattordici secondi di vantaggio sul giovane toscano Lorenzo Dalla Porta (Aprilia), bravo a finire di nuovo secondo. Terzo si è piazzato Andrea Mantovani (Aprilia) che è stato bravo a risalire in sella dopo la scivolata mentre era al comando e a recuperare fino al terzo gradino del podio.

Sotto una pioggia battente, è stato il russo Vladimir Leonov a fare la differenza. Partito dalla pole position, ha preso subito un buon margine di vantaggio sugli avversari e in sella alla Yamaha, con un passo gara insostenibile per tutti gli altri, è riuscito a portare a casa la prima vittoria del 2012. Bella anche la prestazione della wild-card Alessandro Gramigni, ottimo secondo con la sua Yamaha. Sul terzo gradino del podio Mirko Giansanti (Kawasaki) che è riuscito a prevalere su Alessandro Traversaro (Honda) solo all’ultima curva. L’ultima, prima di oggi, era stata la vittoria del Mondiale Superbike conquistata in Australia da Anthony Gobert.

A dodici stagioni di distanza a tornare sul primo gradino del podio di una gara di velocità in sella all’italiana Bimota è stato il danese Robbin Harms, che ha fatto sua la vittoria del secondo round della Moto2. Un trionfo in solitaria visto che il secondo, Ferruccio Lamborghini, ha chiuso ad oltre 11” di distacco e il terzo, Alessandro Andreozzi, a quasi 17”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -