Dopo l'abbuffata di Checa Superbike di nuovo in pista a Imola

All'indomani dei due trionfi di Carlos Checa, la Superbike è di nuovo in pista a Imola per una sessione di test. Ingresso libero per gli appassionati sulle tribune che guardano al traguardo, dove domenica lo spagnolo della Ducati del team Althea ha salutato il pubblico impennando. Sui saliscendi del Santerno “Carlito” ha ammorbidito le delusioni della casa di Borgo Panigale, che soffre in MotoGp con Valentino Rossi, ma che continua a mietere successi nel campionato delle derivate di serie.

Imola si è confermata pista di casa per Checa, dove nelle ultime tre edizioni ha vinto per ben cinque volte. Lo spagnolo ha dipinto traiettorie perfetto lungo i 5 chilometri dell'Enzo e Dino Ferrari, cancellando i 6 chili di zavorra imposti dal regolamento dopo l'abbuffata del 2011. A godersi il trionfo di Checa dal vivo c'era anche il direttore tecnico di Ducati, Filippo Preziosi, e l'amministratore delegato, Gabriele Del Torchio.

Checa ha conquistato la leadership del campionato, strappandola per soli 4 punti a Max Biaggi. Il romano ha spiegato di non aver rimpianti e di esser contento comunque dei due quarti posti conquistati alle spalle della Kawasaki di Tom Sykes e della Bmw di Leon Haslam. Imola si è confermata pista ostica dell'Aprilia, dove non è ancora riuscita a salire sul gradino più alto del podio. Il miglior piazzamento è un secondo posto in Gara 1 nel 2009.

Weekend romagnolo amaro per Marco Melandri, che dovrà invece risolvere i problemi di chattering sulla sua S1000RR. In gara 1 è stato rallentato da un problema al cambio, mentre nella manche pomeridiano ha sofferto un eccessivo degrado della gomma. Il ravennate dovrà quindi analizzare le ragioni della domenica storta. Lunedì i piloti stanno collaudando nuove mescole di gomma portate dalla Pirelli, tra cui una che possa lavorare bene anche a temperature più basse.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -