La Superbike sbarca a Imola, Biaggi: "Pronti a lottare, siamo in forma"

Max Biaggi, alla vigilia dell'attesissimo round di Imola, non sembra spaventato dalla concorrenza. “Anzi, è quello che serve per non abbassare la guardia"

I recenti test di Aragon hanno evidenziato che Aprilia, Ducati, Bmw e Kawasaki possono ambire al gradino più alto del podio. Ma Max Biaggi, alla vigilia dell'attesissimo round di Imola, non sembra spaventato dalla concorrenza. “Anzi, è quello che serve per non abbassare la guardia e impegnarsi al massimo gara dopo gara”, ha evidenziato il “Corsaro”. Nel 2011 il romano fu costretto a saltare l'appuntamento del Santerno per l'infortunio al piede subìto al Nurburgring.

In pista c'era solo l'Aprilia dell'ex Leon Camier, che aveva conquistato un terzo posto in Gara 2. “Imola non è la pista che preferiamo, vedremo quanto la riasfaltatura potrà cambiare le cose – ha evidenziato il cinque volte iridato -. Io sono in perfetta forma, il team pure: se ci sarà da lottare non ci tireremo indietro”. La prima gara di Phillip Island ha visto Biaggi conquistare un primo e un secondo posto: “il risultato non ci deve ingannare, ogni gara fa storia a se”.

Ha voglia di far bene Eugene Laverty. Dopo gli ottimi risultati nei test pre-campionato, un infortunio alla mano ha impedito al pilota nordirlandese di mostrare il suo vero potenziale a Phillip Island. Le condizioni fisiche di Eugene sono in costante miglioramento, e l’obiettivo dichiarato per la gara di Imola è salire sul podio. “Imola è il circuito più esigente in calendario – ha confessato Eugene – quindi sono contento di essere in condizioni fisiche quasi perfette”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ anche uno dei circuiti sui quali non ho mai vinto, perciò mi piacerebbe lottare per le prime posizioni – ha aggiunto ancora il portacolori del team di Noale -. La stagione è lunga, per ora la cosa più importante è iniziare a stare costantemente davanti dopo un inizio così difficile. I recenti test ad Aragon mi hanno permesso di aumentare il feeling in sella alla mia Aprilia RSV4, credo che ad Imola il miglioramento sarà evidente”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -