MotoGp al via in Qatar. Stoner beffa Lorenzo, Rossi solo 10°

Comincia nel segno di Casey Stoner il weekend del Gran Premio del Qatar, round d'apertura del mondiale MotoGp. Il campione del mondo in carica ha portato la sua Repsol Honda RC213V davanti a tutti

Comincia nel segno di Casey Stoner il weekend del Gran Premio del Qatar, round d’apertura del mondiale MotoGp. Il campione del mondo in carica ha portato la sua Repsol Honda RC213V davanti a tutti con il crono di 1’56”474, faticando però più del previsto per tener alle spalle le Yamaha. Jorge Lorenzo ha infatti confermato di esser in forma con la sua M1, piazzandosi secondo a 174 millesimi, mentre l’altra Yamaha di Ben Spies ha chiuso al quarto posto a 508 millesimi.

A sandwich tra le due M1 si è piazzata la Ducati di Nicky Hayden, che con gomma morbida montata nel finale si è fermato a 450 millesimi dalla vetta. Solo decimo Valentino Rossi, che ha seguito una strada di messa a punto differente rispetto al compagno di squadra. Il 46 ha lavorato in configurazione gara, girando sempre con gomma a mescola dura. Il distacco a fine sessione è di ben 1”440. Per le Ducati la consolazione del record di velocità di punta in fondo al rettilineo del traguardo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In difficoltà Dani Pedrosa (Repsol Honda), solo nel finale risalito dall’undicesimo al quinto posto a 656 millesimi da Stoner. Lo spagnolo ha preceduto la Yamaha del team Tech 3 di Cal Crutchlow, la Honda Gresini di Alvaro Bautista, la Yamaha Tech 3 di Andrea Dovizioso (+1.073) e la Ducati del team Pramac di Hector Barbera. La prima delle CRT è quella del francese Randy De Puniet, che ha portato la sua ART Aprilia al 13esimo posto a 3.511. Tra gli italiani Michele Pirro ha portato la sua FTR.-Honda del team Gresini al 15° posto a 3''8 dalla vetta, mentre Mattia Pasini della Speed Master ha chiuso 18° a 4''7. L'ultimo degli italiani, Danilo Petrucci (Iodaracing), ha chiuso 19° a 4''8, pagando una pessima velocità di punta.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -