MotoGp, Dovizioso terzo ad Assen: ''Podio favoloso''

MotoGp, Dovizioso terzo ad Assen: ''Podio favoloso''

MotoGp, Dovizioso terzo ad Assen: ''Podio favoloso''

ASSEN - "E' un podio favoloso considerando che venerdì mattina abbiamo perso trenta minuti di prove a causa della mia caduta". E' soddisfatto Andrea Dovizioso per aver chiuso il Gran Premio d'Olanda ad Assen al terzo posto alle spalle di Ben Spies e Dani Pedrosa. "E' un risultato importante - ha premesso il pilota di Forlì -. Stiamo lavorando bene; abbiamo bisogno di recuperare velocità, ma ci stiamo provando".

 

Spies ha costruito la sua vittoria approfittando anche del buco che si è creato dopo l'incidente che ha visto coinvolti Marco Simoncelli e Jorge Lorenzo: "Per andare forte nei primi giri bisogna entrare in pista psicolgicamente pronti. A volte ci vuole anche fortuna. Spies ha fatto una gara speciale e ha vinto con pieno merito".

 

Ma cosa manca a Dovizioso per arrivare a lottare per la vittoria? "Stiamo lavorando bene - ha rimarcato l'ex campione del mondo della 125cc -. Anche se non siamo ancora incisivi per la vittoria. Tuttavia quanto stiamo facendo sta pagando per il campionato. Andiamo sul podio o ci arriviamo vicino". Ad un certo punto il portacolori della Repsol Honda ha tallonato da vicino Casey Stoner, salvo poi rinunciare: "Me la potevo giocare, ma poi non voluto rischiare per portare a casa punti sicuri. Con la gomma morbida davanti non potevo forzare".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dovizioso ha sottolineato questo particolare: "Non abbiamo potuto azzardare quella dura, che mi dà più stabilità e meglio si adatta al mio stile di guida. Negli ultimi 15 giri ho dovuto rallentare perchè saltellava la ruota dietro forse per un problema alla spalla destra. A quel punto ho preferito non rischiare. Ora andiamo Mugello con la convinzione di poter esser competitivi", ha concluso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -