MotoGp, dramma Simoncelli: la dinamica dell'incidente

MotoGp, dramma Simoncelli: la dinamica dell'incidente

MotoGp, dramma Simoncelli: la dinamica dell'incidente

SEPANG - La dinamica dell'incidente costata la vita a Marco Simoncelli ricorda grossomodo quella che è costata la vita a Shoya Tomizawa, il giovane pilota giapponese morto lo scorso anno durante il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini a Misano Adriatico. Il pilota della Honda Gresini ha perso aderenza nell'affrontare una curva a destra, cercando di sollevare la sua RC212V. La moto ha pero preso una traiettoria interna.

 

Colin Edwards (Yamaha Tech 3), il primo che stava sopraggiungendo, non ha potuto fare nulla per evitare l'impatto contro Marco. Anche Valentino Rossi è rimasto coinvolto nella carambola, ma non è chiaro se l'anteriore della sua Ducati abbia toccato il corpo di Simoncelli. Il 24enne nell'incidente ha subito un grave trauma alla testa, al collo e al torace. Quando lo staff medico l'ha raggiunto in pista era privo di conoscenza.

 

In ambulanza è subito cominciata la rianimazione cardiaca polmonare. Giunto al Centro Medico, grazie all'aiuto di dottori locali e della Clinica Mobile, è stato intubato. In questo modo è stato possibile rimuovere parte del sangue presente nel torace. Per 45' è stata applicata a rianimazione cardiaca polmonare, ma ogni tentativo è risultato vano. Simoncelli è deceduto alle 16:56 (ora locale). La dinamica dell'incidente e la perdita del caso sarà oggetto di studi approfonditi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -