MotoGp, dramma Simoncelli. Rossi: "Era un fratello minore"

MotoGp, dramma Simoncelli. Rossi: "Era un fratello minore"

MotoGp, dramma Simoncelli. Rossi: "Era un fratello minore"

"Era un fratello minore. Ancora non mi rendo conto di quello che è accaduto". Valentino Rossi è sconvolto per la morte dell'amico Marco Simoncelli. Il destino ha voluto che il nove volte campione del mondo rimanesse coinvolto nel drammatico incidente costato la vita al portacolori della Honda Gresini e al suo erede designato. Rossi e "Super Sic" amavano darsi sportellate sia in pista che al campo di allenamento alla "Cava", dove i due campioni sono cresciuti.

 

Simoncelli, ha scritto Rossi in poche righe su Twitter, era "tanto duro in pista come dolce nella vita". Ma soprattutto "era come un fratello minore". Rossi appena rientrato ai box non è riuscito a trattenere le lacrime, intuendo subito la drammaticità dell'episodio, cercando poi di ricostruire la dinamica dell'incidente. Non riusciva nemmeno lui a spiegarsi perché la Honda di Simoncelli non sia scivolata lungo la via di fuga, puntando invece all'interno in mezzo alla pista.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -