MotoGp, è l'ora del Mugello. Rossi: "Sforzo extra". Dovi sogna la Yamaha ufficiale

Un “extra sforzo” per far bene davanti al pubblico di casa. E' quanto promette Valentino Rossi in vista del Gran Premio d'Italia al Mugello. Il portacolori della Ducati riparte dal sesto posto del Sachsenring

Un “extra sforzo” per far bene davanti al pubblico di casa. E' quanto promette Valentino Rossi in vista del Gran Premio d'Italia al Mugello. Il portacolori della Ducati riparte dal sesto posto del Sachsenring, dove ha individuato “una messa a punto che ci ha permesso di essere più costanti e di stressare un po’ meno la gomma posteriore”, che gli ha consentito di arrivare con un passo ragionevole a fine gara.

Come Valentino, anche il compagno di squadra Nicky Hayden considera quella del Mugello “una delle piste più belle del campionato”. “Sono sicuro che sarà ricco di impegni ma anche di grande supporto da parte dei tifosi  e questa è una cosa che fa sempre piacere – ha affermato l'americano -. Il tracciato non è facile, è molto tecnico e richiede grande precisione. Non si sfrutta ovunque la potenza delle 1000cc ma ci sono alcuni punti molto veloci”.

Dopo i due podi consecutivi conquistati ad Assen e Sachsenring, Andrea Dovizioso comincia a maturare il sogno di una Yamaha ufficiale per il prossimo anno. E quella del Mugello potrebbe esser una tappa fondamentale per questa scalata, come ha confessato lui stesso in un'intervista rilasciata a “La Gazzetta dello Sport”. “Non posso sognare di giocarmi il Mondiale. Ma voglio avvicinarmi, conquistare una moto ufficiale e l’anno prossimo essere pronto”, ha detto al quotidiano rosa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -