MotoGp, exploit di Simoncelli: sua la pole al Montmelò

MotoGp, exploit di Simoncelli: sua la pole al Montmelò

MotoGp, exploit di Simoncelli: sua la pole al Montmelò

MONTMELO' - Ha risposto alle polemiche delle scorse settimane e alle minacce di morte con una strepitosa, quanto inaspettata, pole position. Sarà Marco Simoncelli a scattare davanti a tutti nel Gran Premio di Catalogna, quinto round del mondiale MotoGp. Il portacolori della Honda del team Gresini ha girato in 1'42''413, 16 millesimi più veloce di Casey Stoner (Repsol Honda). "Non me l'aspettavo - ha esordito il "Leone" di Coriano -. Stoner sembrava averne di più".

 

"Da metà turno è andata sempre meglio - ha continuato -. E' stata una bella emozione. Nell'ultimo giro potevo fare meglio, ma poi ho fatto un errore. E mi sono pure preso un piccolo spavento". Deluso Stoner, che ha dominato la sessione fino alla zampata nei minuti finali di Simoncelli. "Con la gomma morbida non ho trovato il giusto feeling, abbiamo cambiato la pressione ma non è stato sufficiente. Ma in condizioni gara sono a posto".

 

La prima fila è completata da Jorge Lorenzo, a 315 millesimi dalla pole. Il pilota della Yamaha non ha gradito i fischi che hanno accolto Simoncelli: "Non mi è piaciuto sentire i tifosi contestarlo. E' un pilota, ma anche una persona - ha affermato il campione del mondo in carica -. Sicuramente imparerà dai suoi errori in futuro". Quanto alla gara, Lorenzo vede la Yamaha in difficoltà: "La moto non è appunto, qui le Honda vanno forte".

 

La seconda fila sarà aperta dall'altra Yamaha, quella di Ben Spies, a 14 millesimi dal compagno di squadra. L'ex iridato Superbike ha preceduto la Honda Repsol di Andrea Dovizioso (+0.336) e la Yamaha del team Tech 3 di Cal Crutchlow (+0.789).

 

In difficoltà Valentino Rossi, settimo a 810 millesimi da Simoncelli. Il pesarese, in pista con una nuova configurazione del motore, ha preceduto di appena cinque millesimi il vicino di box Nicky Hayden.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bene Alvaro Bautista,che ha portato la Suzuki al nono posto davanti alla Ducati Aspar di Hector Barbera. Solo 13esimo Loris Capirossi, a 1.655 dalla vetta.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di claudioquintieri
    claudioquintieri

    Siamo obbiettivi!!! questa volta gli spagnoli hanno ragione,smettiamo di dire di uno che ogni tanto fa un giro veloce che è un campione,il risultato che conta è quello di fine gara ! Il"pilotinofracassone" Simoncelli (bruttacopia di V.Rossi) ricorda +un clown maldestro che x nn fare danni ad altri dovrebbe cambiare mestiere! Mi sembra che ci si dimentichi un po del Dovi,che nn fa ridere,ma è 4° in classifica,dietro solo a quelli che vanno forte davvero.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -