MotoGp, FP1 Assen. Vola Spies. Lorenzo 5°, Rossi 8°: "Inizio non male"

Dieci piloti racchiusi in mezzo secondo. Regna l'equilibrio dopo la prima giornata di prove libere del Gran Premio d'Olanda ad Assen. La migliore prestazione è stata realizzata dalla Yamaha di Ben Spies

Dieci piloti racchiusi in mezzo secondo. Regna l'equilibrio dopo la prima giornata di prove libere del Gran Premio d'Olanda ad Assen. La migliore prestazione è stata realizzata dalla Yamaha di Ben Spies (che al Dutch TT lo scorso anno aveva conquistato la prima perla nella classe regina) con il crono di 1'34''866, staccando di appena 6 millesimi la Yamaha del team Tech 3 dell'inglese.

Terzo tempo per la prima Ducati ufficiale, quella di Nicky Hayden a 102 millesimi da Spies, davanti alla Honda Gresini di Alvaro Bautista. Quinto tempo per Jorge Lorenzo, che era stato il più veloce al mattino, si è piazzato quinto a 191 millesimi dal compagno di squadra. Sesto tempo per la Honda Repsol di Dani Pedrosa davanti alla Yamaha Tech 3 di Andrea Dovizioso. Sorride anche Valentino Rossi, ottavo tempo a 430 millesimi da Spies. Chiudono Hector Barbera (Ducati Pramac) e il campione del mondo in carica Casey Stoner, alle prese con notevoli problemi di chattering.

"E' andata abbastanza bene e il distacco che abbiamo è un discreto passo in avanti - ha esordito Rossi -. La moto con gomme nuove si guida bene ma dobbiamo continuare a lavorare sul passo di gara perché sia io sia Nicky, quando la gomma posteriore si consuma e comincia a scivolare tanto, dobbiamo rallentare troppo rispetto agli altri". Il compito di Rossi sarà dunque quello di aumentare il “grip” posteriore, senza perdere il feeling con l’anteriore.

Lorenzo ha lavorato sul passo gara: "Con la moto il feeling è buono - ha esordito il leader del campionato -. Siamo stati quasi sempre al comando della classifica, soltanto nel finale sono stato superato da piloti che avevano montato le morbide". Lo spagnolo ha puntato a trovare una buona messa a punto in condizioni gara: "Penso ci siamo riusciti. Abbiamo un buon pacchetto e sono davvero fiducioso".

Contento anche Dovizioso: "Non sono deluso del mio passo-gara - ha evidenziato il pilota di Forlì -. Sono abbastanza veloce e c’è margine di miglioramento, soprattutto nel feeling all’anteriore". Il pilota romagnolo deve lavorare sulla stabilità n ingresso curva per "essere aggressivo come più mi piace".

Nervoso Stoner, che ha provato anche un nuovo telaio per risolvere il chattering: “Non siamo soddisfatti - ha sottolineato l'australiano -. Non c’è feeling con il posteriore. La moto è nervosa e difficile da guidare. Tutto quello che facciamo per risolvere il chattering non sembra portarci ad una soluzione: è davvero un inferno guidare in queste condizioni".
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -