MotoGp, FP1 Misano. Stoner velocissimo, Rossi no

MotoGp, FP1 Misano. Stoner velocissimo, Rossi no

MotoGp, FP1 Misano. Stoner velocissimo, Rossi no

MISANO - Non c'è trippa per gatti. Casey Stoner si è messo già davanti a tutti nel primo turno di prove libere del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, tredicesimo round del mondiale MotoGp. Il portacolori della Repsol Honda, che con il tracciato del Misano World Circuit ha sempre avuto un ottimo feeling, ha fermato il cronometro sul tempo di 1'34''180, precedendo di 286 millesimi la Yamaha di Ben Spies. Terzo Dani Pedrosa (Repsol Honda), a 349 millesimi dalla vetta.

 

Lo spagnolo ha preceduto le RC212V gemelle del compagno di squadra Andrea Dovizioso, che si è fermato a 831 millesimi da Stoner, e di Marco Simoncelli (Honda Gresini), con il "Leone" di Coriano che ha accusato dalla virtuale pole position un gap di 908 millesimi. Solo sesto Jorge Lorenzo (Yamaha), a ben 962 millesimi dal principale antagonista per la corsa al titolo. Lo spagnolo sta attraversando un calo fisiologico dopo le deludenti prestazioni di Brno e Indy.

 

Va peggio a Valentino Rossi, solo undicesimo a 1.565 dal leader del campionato, e con una Desmosedici GP11.1 non a posto sul catino di Misano. Lo dimostra il 13esimo tempo realizzato dal compagno di squadra Nicky Hayden. La migliori delle Ducati è quella dello spagnolo Hector Barbera (Mapfre Aspar Team MotoGP), settimo davanti al connazionale Alvaro Bautista (Suzuki), all'americano Colin Edwards (Yamaha Tech 3) e alla Ducati di Karel Abraham (team Cardion AB).

 

Quindicesimo Loris Capirossi (Ducati Pramac), che giovedì ha annunciato a fine stagione il ritiro dalle competizioni. Per l'imolese il crono di 1'36''513, a 2.333 da Stoner. Nel pomeriggio il secondo turno di prove libere.

 

 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di graziella g./gigli
    graziella g./gigli

    E’ una vergogna che la Ducati non si impegni a fondo per un pilota come Valentino Rossi. In un sondaggio on- line l’82% dei votanti lo considera il pilota più forte degli ultimi tempi! E loro cosa fanno per aumentare le potenzialità del loro mezzo ? poco; a parere di molti esperti sono carenti di mezzi finanziari e così sprecano un pilota importante che secondo il “ guaro” oggi andava bene se si piazzava al nono posto ... per partire dalla terza fila ! invece partirà ‘ dalla quarta! E’ questa la fine che deve fare il pilota italiano più rappresentativo che l’Italia ha avuto in questi anni? 3 settembre 2011 da Graziella G.Polettini www.alleanzapopolareitaliana.it

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -