MotoGp, Gp Qatar. Dovizioso: "Devo ancora tirar fuori il meglio"

"Ho ancora bisogno di capire come usare il massimo potenziale della Yamaha". Andrea Dovizioso deve ancora dare del "tu" alla nuova M1. Nella prima giornata di prove libere del Gran Premio del Qatar

“Ho ancora bisogno di capire come usare il massimo potenziale della Yamaha”. Andrea Dovizioso deve ancora dare del “tu” alla nuova M1. Nella prima giornata di prove libere del Gran Premio del Qatar, round d’apertura del Motomondiale, il portacolori del team Tech 3 ha completato 16 giri, il più rapido dei quali in 1’57”512 che l’hanno collocato all’ottava posizione. “La differenza con i primi è abbastanza grande per il momento”, ha ammesso il pilota di Forlì.

Tuttavia la terza forza del campionato 2011 si è detto soddisfatto del programma di lavoro svolto, trovando una Yamaha “subito buona”. Il talento romagnolo ha confessato di aver “avuto un feeling migliore rispetto all'ultimo test fatto a Jerez, così abbiamo potuto lavorare per migliorare la moto”. Tuttavia deve ancora macinare chilometri per capire come sfruttare al meglio le potenzialità della M1: “ci sono alcuni punti della moto che sono davvero buoni”.

“So che posso essere più veloce in alcune parti, in particolare in uscita di curva – ha proseguito l’ex pilota della Repsol Honda -. Dobbiamo migliorare in questo punto”. In vista dei due turni di libere del venerdì, Dovizioso ha confessato di aver individuato con la squadra “alcune buone idee che sistemeremo meglio la moto. La differenza con i primi è abbastanza grande per il momento, ma le condizioni della pista miglioreranno e sono sicuro che sarò molto più vicino”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -