MotoGp, pioggia a Jerez. Sul bagnato acuto di Hayden

E' arrivata la pioggia a guastare la seconda giornata di test MotoGp sul tracciato di Jerez De La Frontera, nel sud della Spagna

E' arrivata la pioggia a guastare la seconda giornata di test MotoGp sul tracciato di Jerez De La Frontera, nel sud della Spagna. Una pertubazione benedetta dai contadini locali, che ha interrotto un lungo periodo senza precipitazioni, ma maledetta in particolar modo in casa Ducati, dove servono chilometri per far crescere la GP12. La rossa tricolore, come nel 2011, si è confermata veloce sul bagnato. La migliore prestazione è stata infatti realizzata da Nicky Hayden.

L'americano ha girato in 1'40"755, che ha preceduto di 906 la Ducati del team Cardion AB Motoracing di Karel Abraham. Terza la Yamaha di Ben Spies (1:41.726) davanti alla prima delle Honda, quella del team Gresini di Alvaro Bautista. Seguono la Ducati del team Pramac di Hector Barbera, la Crt di Ivan Silva (Avintia Racing MotoGP), la Ducati del collaudatore Franco Battaini e la Crt del team Gresini di Michele Pirro.

Pochi giri per i big. Dani Pedrosa, dodicesimo, ne ha completati 25, mentre Jorge Lorenzo, alle spalle della Honda Repsol numero 26, ne ha totalizzati 28. Il campione del mondo 2010 si è messo dietro le M1 del team Monster di Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso, con quest'ultimo che ha dovuto rimandare a domenica i collaudi delle nuove componenti elettroniche. Solo tre giri per Casey Stoner (Honda), 18esimo davanti alla Ducati di Valentino Rossi che ha messo a referto 18 passaggi.

In condizioni di bagnato, ha fatto il debutto la luce rossa posteriore la cui presenza è stata resa obbligatoria dal nuovo regolamento MotoGP 2012 in caso di comparsa della pioggia

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -