MotoGp, Rossi 9°: "Cambio set-up per adeguarmi alla GP12"

“Naturalmente dovremo continuare a lavorare, essere più efficaci in qualifica per partire più avanti, migliorare in accelerazione e diverse altre cose di cui abbiamo già parlato in Ducati per cercare di migliorare la GP12”.

Valentino Rossi prova ad adeguarsi alla Ducati GP12. A Jerez, il nove volte campione del mondo ha utilizzato un set-up simile a quello di Nicky Hayden, che ha dimostrato di trovarsi più a suo agio con la rossa rispetto al più blasonato compagno di box. “Devo abituarmi a guidare in modo un po’ diverso e questo mi ha fatto perdere terreno nei primi giri perché praticamente sono partito alla cieca. Venerdì è piovuto e non abbiamo potuto provare questo nuovo setting”.

Alla fine Rossi ha chiuso nono alle spalle di Hayden: “Quando ho preso il mio ritmo non sono andato male, nel senso che potevo fare i tempi del gruppo che lottava per la sesta posizione e che ho potuto spingere fino alla fine tanto che ho fatto un “41.0 al penultimo giro. La cosa positiva di questa gara è che penso possa servirci per cominciare a fare un po’ meglio in quelle che verranno, a partire già da quella della settimana prossima in Portogallo”.

“Naturalmente – ha continuato il 46 - dovremo continuare a lavorare, essere più efficaci in qualifica per partire più avanti, migliorare in accelerazione e diverse altre cose di cui abbiamo già parlato in Ducati per cercare di migliorare la GP12”. Bella la gara di Hayden, soprattutto in condizioni di lieve umido. L’americano ha lottato, occupando temporaneamente la terza posizione. “Poi mentre le gomme degli altri si scaldavano, le mie cominciavano a perdere “grip”, soprattutto l’anteriore”, ha spiegato il 69.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quel punto l’ex iridato non è riuscito a fare le linee che voleva, perdendo terreno. “L’ottavo posto sicuramente non è il nostro obiettivo – ha evidenziato il pilota della Ducati -. La moto ha un gran potenziale ma al momento c’è ancora un “gap” dagli altri. Speriamo che all’Estoril il meteo sia favorevole e che domenica si possa stare più vicino ai primi”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -