MotoGp, Stoner in pole a Le Mans. 'Sic' 2°, Rossi solo 9°

MotoGp, Stoner in pole a Le Mans. 'Sic' 2°, Rossi solo 9°

MotoGp, Stoner in pole a Le Mans. 'Sic' 2°, Rossi solo 9°

LE MANS - E' un canguro imbizzarrito il Casey Stoner che si è presentato questo weekend a Le Mans. Dopo aver dominato tutti i turni di prove libere, il portacolori della Honda Repsol si è preso la pole del Gran Premio di Francia grazie al tempo di 1'33''153. Nel finale il solo Marco Simoncelli (Honda Gresini) ha provato a mettergli i bastoni tra le ruote, sfiorando la leadership per 59 millesimi. Il passo gara dell'ex campione del mondo è tuttavia insostenibile per gli altri.

 

Stoner ha martellato per tutto il turno di qualifiche, fermando il cronometro sull'1'33'' alto a prescindere del tipo di gomma utilizzata: "Non ci sono troppe differenze - ha ammesso il pilota della Honda -. Sono stato competitivo fin da subito. Non abbiamo fatto particolari cambiamenti sulla moto rispetto all'Estoril. I cambiamenti effettuati nei test sono serviti. Abbiamo fatto un buon lavoro, ora dobbiamo mantenere questo passo anche in gara".

 

"Peccato per i 5 centesimi, ma sono contento - ha esclamato Simoncelli, maturato nella messa a punto della moto e nel metodo di lavoro in proiezione gara -. In tutti i turni abbiamo lavorato bene, facendo dei progressi. Dobbiamo ancora migliorare nelle staccate forti, dove non sento la moto ancora veloce". Quanto alle gomme, "abbiamo provato sia le dure che le morbide. Ma penso che per la gara useremo le seconde. Penso che possiamo fare bene".

 

La prima fila è completata dalla Honda Repsol di Andrea Dovizioso, 468 millesimi più lenta di quella di Stoner: "Ho cominciato a prendere qualche rischio in più -ha ammesso il forlivese -. Siamo partiti più aggressivi e stiamo facendo un buon lavoro". Onesto Dovizioso quando ha confessato di aver preso la terza posizione seguendo Simoncelli: "Mi aiutato tantissimo. Inoltre ho capito perché chi è più veloce di me riesce a fare questi tempi. Devo imparare".

 

Dani Pedrosa completa il dominio delle Honda ufficiali, con il quarto posto a 530 millesimi dalla pole. Il vincitore dell'Estoril ha preceduto un poker di Yamaha, capitano dal leader del campionato e iridato 2010 Jorge Lorenzo. Lo spagnolo, su una pista tradizionalmente favorevole alla M1, ha sofferto tantissimo, riuscendo solo agli ultimi minuti a chiudere a 513 millesimi. Alle sue spalle seguono l'ex Superbike Cal Crutchlow, Colin Edwards e Ben Spies.

 

In difficoltà le Ducati. La migliore è quella di Valentino Rossi, nona davanti a quella gemella di Nicky Hayden. Il pesarese, ormai abbonato alla terza fila, ha accusato da Stoner un ritardo di 1.053. Male Loris Capirossi, solo quindicesimo con la sua Ducati del team Pramac.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -