MotoGp, Stoner stravince a Indianapolis. Disastro Ducati: Rossi 10°

MotoGp, Stoner stravince a Indianapolis. Disastro Ducati: Rossi 10°

MotoGp, Stoner stravince a Indianapolis. Disastro Ducati: Rossi 10°

 

INDIANAPOLIS - Ad Indianapolis arriva la settima affermazione stagionale di Casey Stoner. Il portacolori della Respol Honda ha rispettato ogni pronostico, dominando il dodicesimo round del mondiale MotoGp e mettendo un'ipoteca al secondo titolo. L'australiano ha approfittato del quarto posto della Yamaha Jorge Lorenzo per portare a 44 i punti di vantaggio sul campione del mondo in carica. Tra Stoner e Lorenzo la Honda di Dani Pedrosa e la Yamaha di Ben Spies.

 

"E' stato un weekend molto impegnativo, con la pista in condizioni molto difficili - ha esordito Stoner -. Bastava finire appena fuori traiettoria per rischiare di finire a terra. Nelle prime cure ho pensato a controllare dopo esser stato sorpassato da Pedrosa e Lorenzo. Non avevo i freni caldi ed ho rischiato anche di toccare Dani. Ho aspettato, poi la moto è andata meglio. Ho rischiando di cadere perché mi si è chiusa davanti, ma poi ho recuperato e passato Dani".

 

Soddisfatto Pedrosa: "Nelle qualifiche avevo un secondo di distacco da Casey ed era impossibile vincere. Ma è un secondo posto importante, perché Stoner non era troppo lontato e perché arrivato dopo la caduta di Brno. Ora pensiamo a Misano". Spettacolare la rimonta di Spies dopo un disastroso primo giro che l'ha visto precipitare in ottava posizione: "Ho fatto una cattiva partenza, poi mi sono toccato con Dovizioso", ha esordito il pilota della Yamaha.

 

"Non so cosa sia successo, ma nelle corse può succedere - ha aggiunto -. Poi ho fatto un ottimo lavoro, con tanti sorpassi. E' stata una bella gara". Detto del quarto posto di Lorenzo, c'è da evidenziare il quinto posto della Repsol Honda di Andrea Dovizioso davanti alla Suzuki di Alvaro Bautista e alla Yamaha di Colin Edwards. Disastrosa la gara delle Ducati, che hanno sofferto il degrado dei pneumatici anteriore.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La migliore Desmosedici è stata quella del team Pramac, con Randy De Puniet ottavo davanti alla Honda Gresini di Hiroshi Aoyama. Solo decimo Valentino Rossi, condizionato anche da un dritto. Anche il nove volte campione del mondo ha dovuto fare i conti con una gomma completamente sbriciolata all'anteriore. Peggio è andata al compagno di squadra Nicky Hayden, costretto ad un pit stop dopo aver dato spettacolo all'inizio ed aver occupato la quinta posizione. Male anche Marco Simoncelli (Honda Gresini), dodicesimo. Ritirato invece Loris Capirossi (Ducati Pramac).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -