MotoGp, superiorità Stoner: "Con questa Honda faccio quel che voglio"

MotoGp, superiorità Stoner: "Con questa Honda faccio quel che voglio"

MotoGp, superiorità Stoner: "Con questa Honda faccio quel che voglio"

INDIANAPOLIS - Casey Stoner mette in cassaforte il secondo titolo mondiale. Con la vittoria di Indianapolis, la settima stagionale e la terza consecutiva, il portacolori della Repsol Honda ha portato a 44 i punti di vantaggio sul principale antagonista alla corsa all'iride 2011, il campione del mondo in carica Jorge Lorenzo. Stoner sta attraversando un ottimo momento di forma, forse il migliore della sua carriera sportiva.

 

Rispetto agli anni in Ducati, fatta eccezione per lo straordinario 2007, l'australiano appare sempre più tranquillo e rilassato. Forse anche l'arrivo del primogenito ha dato una marcia in più al 27 della Honda. Partito dalla pole, Stoner ha dimostrato anche sul leggendario tracciando di Indianapolis una superiorità disarmante, controllando l'anomalo consumo delle gomme patito da quasi tutti i piloti.

 

"In questo week-end abbiamo trovato una pista difficile - ha esordito l'australiano -. Se non si stava sulla traiettoria si rischiava di sbagliare. Perciò era necessario esser perfetti e molto precisi". Nei primi giri Stoner ha subito l'attacco del compagno di squadra Dani Pedrosa: "Quando mi ha passato avevo i freni caldi e potevo rovinare la gara perché potevamo toccarci. Dopo ho trovato il mio ritmo, l'ho ripreso e passato. Prima però mi si è chiuso l'anteriore ed ho rischiato di cadere".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il momento d'oro di Stoner coincide anche con una crescita della Honda: "Ho a disposizione una moto molto buona e competitiva - ha ammesso -. Ho un maggior feeling con l'anteriore e posso fare quel che voglio. Detto questo, dobbiamo continuare a lavorare". Domenica prossima a Misano l'ex pilota della Ducati punta a salire sul gradino più alto del podio: "In passato sono stato veloce in quel circuito e spero di esserlo anche quest'anno. Dovrò fare i conti con Dani e Lorenzo, che sono molto veloci. E' bellissimo aver vinto tre gare di fila. E' qualcosa di fantastico e di cui essere grato alla squadra".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -