MotoGp, test a Misano: per Rossi nuovo telaio e nuovo forcellone

Il nove volte campione del mondo della Ducati è stato impegnato in una due giorni di test a Misano Adriatico, chiudendo i lavori mercoledì con un'ottantina di giri all'attivo

Valentino Rossi mette alla prova la ciclistica della Ducati. Il nove volte campione del mondo della Ducati è stato impegnato in una due giorni di test a Misano Adriatico, chiudendo i lavori mercoledì con un'ottantina di giri all'attivo. Il pesarese, nonostante il passaggio in Yamaha nel 2013, sta dando il suo contributo per la crescita della rossa di Borgo Panigale.

Al "Misano World Circuit Marco Simoncelli" Valentino ha lavorato  sul set-up e sugli aggiornamenti di ciclistica che aveva iniziato a provare nei test post-race del Mugello, lo scorso 15 luglio. Tra questi, un nuovo telaio e un nuovo forcellone che saranno disponibili per la prossima gara di Misano. "Abbiamo ottenuto risultati abbastanza interessanti ma che vanno verificati anche in un confronto con gli altri”,  ha detto Rossi al termine della lunga giornata di lavoro.

“Per il resto abbiamo lavorato sul set-up della moto con l’obiettivo di cercare di limitare il problema di calo di perfomance che in genere soffriamo dopo qualche giro, con il diminuire della resa delle gomme - ha proseguito -. Anche in questo caso abbiamo trovato qualche idea promettente che sarà da riverificare nel contesto di gara”. Assicura Filippo Freziosi: "il Reparto Corse continuerà a lavorare in linea con il piano di sviluppo definito sulla base del test di Aragon del giugno scorso. Il Test Team ed i piloti ufficiali avranno la possibilità di provare ulteriori evoluzioni di ciclistica, che sono attualmente in fase di produzione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo, dagli Stati Uniti, Nicky Hayden ha fatto sapere che la sua convalescenza sta procedendo secondo i tempi stabiliti per il rientro nel GP di San Marino. “E’ molto dura essere costretto a stare fermo, a guardare le gare degli altri, così come è difficile accettare di non poter partecipare ai test e non provare cose che ci potrebbero servire quest’anno - ha affermato l'americano -. Per il resto, però, va tutto bene. Le ossa non guariscono in dieci giorni ma il gonfiore è diminuito e sia la mano sia la testa stanno molto meglio. Tutto procede come da programma e io non vedo l’ora di tornare in moto”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -