MotoGp, test a Sepang. Pedrosa precede Stoner. Valentino 13esimo

MotoGp, test a Sepang. Pedrosa precede Stoner. Valentino 13esimo

MotoGp, test a Sepang. Pedrosa precede Stoner. Valentino 13esimo

SEPANG - Dominio Honda nella seconda giornata di test MotoGp sul tracciato malese di Sepang. Dani Pedrosa si è preso la leadership con il crono di 2'00''700, precedendo di 664 millesimi il compagno di squadra Casey Stoner. Vanno fortissimo anche le Honda RC212V dei romagnoli Andrea Dovizioso e Marco Simoncelli, quest'ultimo con i colori del team Gresini, che si sono piazzate rispettivamente al quarto e quinto posto con un ritardo dalla vetta di 742 e 752 millesimi.

 

Cinque Honda nei primi sei posti (Hiroshi Aoyama subito dietro il compagno di squadra Simoncelli), segno che il progetto 2011 è nato sotto una buona stella. Il nuovo motore, ha spiegato martedì Dovizioso, è migliore rispetto al 2010 "perché ha un po' più di potenza in basso e mi facilita in traiettoria". Con la nuova forcella è inoltre migliorata la stabilità sul davanti, anche se ci sono da verificare alcune vibrazioni in curva.

 

La prima delle Yamaha è quella di Ben Spies, terzo a 738 millesimi, mentre il campione del mondo Jorge Lorenzo non è riuscito a far meglio della settima posizione a 793 millesimi da Pedrosa. Sia l'americano che lo spagnolo hanno girato con una livrea blu celebrativa dei cinquant'anni di presenza della casa dei Tre diapason nel Motomondiale. La prima delle Ducati è ancora una volta quella non ufficiale di Hector Barbera (team Pramac), decimo a 1.323.

 

Lo spagnolo è stato preceduto nell'ordine dal connazionale della Suzuki Alvaro Bautista e dalla Yamaha del team Monster di Colin Edwards. Undicesima la rossa di Nicky Hayden (+1.609). Tredicesimo Valentino Rossi, a 1.827. La classifica lascia comunque che trova, vista che la scelta del campione di Tavullia  è stata indirizzata verso una migliore tenuta fisica, di una maggiore resistenza in pista ai dolori alla spalla.

 

Sulla GP11 numero 46 è stato montato infatti un codone diverso per una diversa posizione in sella, che ha consentito al nove volte campione del mondo di inanellare una buona dose di giri. Rossi ha anche alternato tre carenature differenti per svolgere un lavoro anche in direzione dell'aerodinamica. Solo 16esimo Loris Capirossi (Ducati Pramac), alla ricerca del set-up di base. Dai primi test si evince comunque che la stagione 2011 si annuncia molto più equilibrata rispetto allo scorso anno, con più offside in grado di inserirsi nelle posizioni di vertice.


Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -