MotoGp, test a Sepang. Svetta Stoner, Rossi ad un secondo

MotoGp, test a Sepang. Svetta Stoner, Rossi ad un secondo

MotoGp, test a Sepang. Svetta Stoner, Rossi ad un secondo

SEPANG - C'è la Honda Repsol di Casey Stoner davanti a tutti nella prima delle tre giornate di test MotoGp sul tracciato malese di Sepang. L'australiano ha ancora una volta confermato il suo ottimo feeling con la RC212V, timbrando la migliore prestazione in 2'00''987, a 217 millesimi dal limite fatto registrare nella sessione di inizio febbraio da Marco Simoncelli (Honda Gresini). Alle spalle di Stoner, staccato di 373 millesimi, si è piazzata la Honda gemella di Dani Pedrosa.

 

Impressionante il ritmo tenuto dall'ex pilota della Ducati, capace di scendere per quindici volte sotto il muro dell'2'02''. Lo spagnolo si è concentrato nella messa a punto di un telaio modificato, dopo che quello usato nello scorso test, il quale, pur aver dato maggiore trazione, aveva originato parecchi problemi di "chattering". A spezzare l'egemonia della casa delle ali ci hanno pensato Jorge Lorenzo, che è arrivato a 481 millesimi dal miglior tempo, e la Yamaha del team Monster di Colin Edwards. Quinto Andrea Dovizioso, a 760 millesimi dal compagno di squadra.

 

Il forlivese ha preceduto la Yamaha di Ben Spies, impegnato sulle geometrie e sulla ciclistica della sua M1. Il texano ha messo in riga le Honda Gresini, con Hiroshi Aoyama (+0.952) 57 millesimi più veloce di Simoncelli. Il programma di lavoro del giapponese era focalizzato su sospensioni e manovrabilità della RC212V, mentre il ‘Leone' di Coriano ha provato un nuovo cambio. L'ex campione del mondo della 250cc è stato impegnato nella ricerca di maggior grip e stabilità in frenata.

 

Netto miglioramento per Valentino Rossi, nono con la sua Ducati GP11 a 1.012 da Stoner. La spalla destra continua a far male, ma la forza è senza alcun dubbio migliorata rispetto al precedente test. Malgrado non sia riuscito a migliorare il tempo realizzato ad inizio febbraio, il confronto con la passata prima giornata di test a Sepang, quando aveva fatto segnare il tempo 2'03.365, fa ben sperare. Il campione di Tavullia ha girato con la moto senza ali (che sono state definitivamente scartate), incentrando la sua giornata nella ricerca del maggior grip.

 

Valentino ha completato 53 giri precedendo la Suzuki di Alvaro Bautista. Undicesimo tempo per la Ducati del team Aspar di Hector Barbera davanti al quella ufficiale di Nicky Hayden e alla Honda LCR di Toni Elias. Quindicesimo tempo per Cal Crutchlow, autore di una scivolata senza conseguenze fisiche. Il pilota del Team Yamaha Tech3 ha preceduto Loris Capirossi in sella alla Ducati del Team Pramac e il ceco Karel Abraham (Ducati Cardion AB Motoracing).

 

Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -