MotoGp, Valentino: ''Non mi sono rincoglionito. 2012 con Ducati''

MotoGp, Valentino: ''Non mi sono rincoglionito. 2012 con Ducati''

MotoGp, Valentino: ''Non mi sono rincoglionito. 2012 con Ducati''

SACHSENRING - "Non credo di essermi rincoglionito rispetto a un anno fa". Valentino Rossi prova a scherzare sulle difficoltà che sta incontrando con la Ducati. Al Sachsenring il pilota di punta della casa di Borgo Panigale non è andato oltre la nona piazza, preceduto anche dal compagno di squadra Nicky Hayden. Dopo la debacle tedesca, in Ducati si dovrà decidere quale moto utilizzare nella trasferta americana di Laguna Seca.

 

"Dobbiamo riflettere - ha ammesso Valentino -. La GP11.1 può essere sviluppata e ha più possibilità di andare forte, anche se abbiamo anche pensato di utilizzare la GP11". In gara si sono comunque visti lievi progressi: "È andata un pochino meglio rispetto alle prove - ha ammesso -. Nel warm-up abbiamo fatto una regolazione sulla distribuzione dei pesi che ha aiutato, ma la temperatura era un po' troppo bassa e forse la gomma dura non era l'ideale".

 

"Dopo i primi giri mi sono reso conto che il mio passo era quello del gruppetto di Nicky e Bautista, forse anche un po' più rapido, ma nella seconda parte di gara ho avuto un piccolo inconveniente al cambio - ha rilevato Rossi -. Mi penalizzava soprattutto nell'ultima curva, quando inserivo la terza, perché la moto si impennava e impiegavo mezzo rettilineo prima di rimetterla giù". Nel finale Rossi ha provato a sorpassare il compagna di squadra in staccata alla prima curva, ma è stato sorpassato anche da Bautista.

 

"In ogni caso non è lì che vogliamo stare - ha esclamato -. Abbiamo sicuramente migliorato rispetto a sabato, ma siamo ancora troppo lontani. Arriviamo tardi con il set-up per la gara e questo rende tutto più impegnativo. Per poter migliorare dobbiamo provare tante cose e in questo modo è facile perdere la direzione. Ci sta, perché conosciamo poco questa moto, e penso sia doveroso provare in tutti i modi a migliorare".

 

"Abbiamo solo bisogno di tempo per fare una Ducati come voglio io. Speriamo". Nessun dubbio, per il nove volte campione del mondo sulla sua determinazione e volontà di continuare a correre anche il 2012, chiaramente con la Ducati. "Ho voglia di correre, sennò resterei a casa - ha evidenziato -. Lo scorso anno sono venuto al Sachsenring con le stampelle e con una spalla distrutta, ma giravo in 1'22". Sono tempi con cui quest'anno è stata vinta la gara. Non credo di essermi rincoglionito rispetto a un anno fa".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -