MotoGp, 'Super Sic' col dente avvelenato: ''Pedrosa mi ha rotto i maroni''

MotoGp, 'Super Sic' col dente avvelenato: ''Pedrosa mi ha rotto i maroni''

MotoGp, 'Super Sic' col dente avvelenato: ''Pedrosa mi ha rotto i maroni''

MUGELLO - Marco Simoncelli archivia il Gran Premio d'Italia con il quinto posto. Non è certamente la posizione alla quale ambiva dopo le buone prestazioni nelle libere, ma il portacolori della Honda del team Gresini ha dovuto fare i conti con problemi di grip. "I primi tre - ha esordito il "Leone" di Coriano - giravano più velocemente. Per almeno sette giri sono stato dietro di loro, ma poi sono andati via poco alla volta. E alla fine ho lottato con Ben Spies".

 

Simoncelli ha spiegato che il pilota della Yamaha era molto veloce nell'ultima curva poiché faceva una traiettoria più interna: "io dovevo farla più all'esterno e così all'ultimo giro mi ha sorpassato". Ma il talento romagnolo è comunque soddisfatto: "E' stata una gara bella tosta. Considero questo un buon weekend perchè l'importante era finire la gara". Nel frattempo Dani Pedrosa ha chiesto un colloquio con la commissione dei commissari e il responsabile della sicurezza, Franco Uncini.

 

Lo spagnolo si è infortunato alla clavicola destra in una caduta innescata da un contatto con "Super Sic". Simoncelli l'ha presa con filosofia: "Pedrosa mi ha rotto i 'maroni' - ha esclamato il pilota di Coriano -. Forse non si è ancora reso conto che da Le Mans è passato un mese e mezzo e sono successe altre cose. Gli ho detto quello pensavo di lui e lui ha fatto altrettanto con me e non erano cose belle. Adesso, credo che si debba smettere di parlarne. La gente credo che si sia stufata".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -