Pedrosa da antologia, Lorenzo battuto: ora è a -13

Si infiamma la sfida tra i due piloti spagnoli dopo il Gran Premio della Repubblica Ceca, che ha visto il portacolori della Repsol Honda vincere davanti al pilota della Yamaha

Dani Pedrosa contro Jorge Lorenzo. Si infiamma la sfida tra i due piloti spagnoli dopo il Gran Premio della Repubblica Ceca, che ha visto il portacolori della Repsol Honda vincere davanti al pilota della Yamaha. Pedrosa ha trionfato a Brno grazie ad un bellissimo sorpasso in staccata alla penultima curva al termine di un ultimo giro da cardiopalma, con Lorenzo che aveva scavalcato il connazionale in un punto impossibile.

Pedrosa, alla seconda vittoria consecutiva dopo quella di Indianapolis, è ora a 13 punti da Lorenzo. "Era difficile tenere Jorgedietro, perché lu aveva molto più grip e io facevo fatica a dare gas - ha esordito Pedrosa -. Ma sono riuscito a dare il mio ritmo e rimanere poi davanti. Ora devo continuare così, mantenendo la concentrazione e continuando a guidare bene".

"Abbiamo fatto una bella gara - ha affermato Lorenzo -. Mi è dispiaciuto non arrivare primo visto che ci sono andato molto vicino. Ci abbiamo provato, ma Pedrosa è stato davvero molto forte. All'inizio ho provato ad andare via, ma non ci sono riuscito. Pedrosa in qualche curva era superiore". Lo spagnolo ha poi parlato del campionato: "Sono ancora 13 punti di distacco, ma Pedrosa è costante e non ha sbagliato mai. Ora stiamo facendo un po' fatica".

Terzo posto per la Yamaha del team Tech 3 di Cal Crutchlow, che ha preceduto il compagno di squadra Andrea Dovizioso, la Honda LCR di Stefan Bradl e la Honda Gresini di Alvaro Bautista. Settimo Valentino Rossi, che accusato problemi di trafilaggio dell'olio. “Sono partito bene e i primi giri ho girato abbastanza forte anche se la moto ha cominciato a perdere olio fin dall’inizio. Un po’ alla volta si è sparso sulle pedane, sul freno e sul cambio, diventando fastidioso soprattutto perché mi scivolavano i piedi da tutte le parti - ha affermato Rossi -. Probabilmente senza questo inconveniente avrei potuto fare un pochino meglio e arrivare magari alle spalle di Dovizioso".

Tuttavia il nove volte campione del mondo ha spiegato che dopo qualche giro, la gomma posteriore ha cominciato a scivolare troppo: "quello che è un po' sempre il nostro problema. Adesso vediamo nei prossimi test, a Misano tra due giorni, se riusciamo a trovare qualche cosa per poterci togliere qualche soddisfazione nelle ultime gare”. Intanto la Honda ha scelto il sostituto di Casey Stoner: Jonathan Rea, impegnato in Superbike sempre con la Casa di Tokyo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -