Superbike a Monza, monopolio Bmw: Fabrizio davanti a Melandri

Max Biaggi l'aveva detto: occhio alle Bmw a Monza. E nella prima giornata di prove del Gran Premio d'Italia, quarto round del mondiale Superbike, la casa di Monaco di Baviera ha piazzato quattro piloti nella top five

miche

Max Biaggi l'aveva detto: occhio alle Bmw a Monza. E nella prima giornata di prove del Gran Premio d'Italia, quarto round del mondiale Superbike, la casa di Monaco di Baviera ha piazzato quattro piloti nella top five. La migliore prestazione è stata realizzata dalla S1000RR del team Motorrad Italia GoldBet di Michel Fabrizio in 1'42”327, precedendo di appena 53 millesimi la gemella ufficiale di Marco Melandri. Terzo Leon Haslam (+0.196), quinto Ayrton Badovini (+0.363).

A rompere l'egemonia Bmw ci ha pensato Eugene Laverty con la sua Aprilia, a sandwch tra Haslam e Badovini, con un ritardo di 298 millesimi. Attardato, e questa è la sopresa del venerdì, Biaggi, che non è andato oltre il settimo tempo con un ritardo di 517 millesimi, preceduto dalla Kawasaki di Tom Sykes (+0.467). Completano la top ten Chaz Davies (ParkinGO MTC Aprilia), e le Ducati Althea del campione in carica Carlos Checa e di Davide Giugliano, attesi ad un weekend di sofferenza.

Undicesimo Konathan Rea (Honda World Superbike), davanti alle Suzuki di John Hopkins, rallentato da una serie di problemi tecnici nel corso del turno, e di Leon Camier. Quattordicesimo David Salom (Kawasaki Pedercini), davanti alle Ducati del team Effenbert Liberty Racing di Sylvain Guintoli e Jakub Smrz, quest'ultimo incappato in una caduta alla prima di “Lesmo”. Diciassettesimo Lorenzo Zanetti (Pata Racing Team) davanti a Niccolò Canepa (Red Devils Roma). Ultimo tempo per Sergio Gadea, sostituto di Joan Lascorz al team ufficiale Kawasaki. Per lo spagnolo, ex 125cc nel Motomondiale, un problema tecnico.
 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -