Superbike, acquazzone mescola le carte: Sykes in Superpole. Biaggi 10°

Un acquazzone poco prima del semaforo verde ha mescolato le carte della Superpole del Gran Premio di San Marino, settimo round del mondiale Superbike

Un acquazzone poco prima del semaforo verde ha mescolato le carte della Superpole del Gran Premio di San Marino, settimo round del mondiale Superbike. Come nel 2011 sarà Tom Sykes a scattare davanti a tutti: il portacolori della Kawasaki non ha sbagliato un colpo, conquistando la quinta partenza dal palo stagionale. Il britannico ha fermato il cronometro sul tempo di 1'36”286, rifilando 283 millesimi alla Honda di un Jonathan Rea pronto a sbancare Misano.

L'irlandese, che nei turni di prove ha dimostrato di aver un ottimo passo gara, potrà approfittare del clamoroso passo falso dei principali antagonisti alla corsa al titolo. Max Biaggi (Aprilia) non è andato oltre la decima piazza, Marco Melandri (Bmw) partirà addirittura dalla casella numero 13. Ma peggio di tutti ha fatto Carlos Checa (Ducati Althea), che non è andato oltre il 16esimo tempo per un errore di strategia della squadra.

Sykes si tira quasi fuori dalla lotta per la vittoria: “Con il caldo abbiamo avuto problemi per tutto il weekend – ha ammesso il pilota della “verdona” -. L'assetto non è al top, ma darò il massimo”. Rea annusa il colpaccio: “Questa di Misano è una pista che mi piace tanto – ha evidenziato -. Nel 2011 ho avuto un brutto incidente nel warm-up che mi ha compromesso la stagione, ma ora guardiamo con ottimismo”. Quanto alla Superpole, “Tom era fuori portata. Ma il secondo posto è un'ottima base di partenza”.

A tener alti i colori dell'Italia ci hanno pensato Ayrton Badovini (Bmw Motorrad Italia) e Davide Giugliano (Ducati Althea), che completano la prima fila. “E' una conquista esser qui tra i primi tre – ha evidenziato Badovini -. Due settimane fa negli States ero fuori dalla Superpole. Sono contentissimo.  Abbiamo fatto le scelte giuste e per me questa prima fila rappresenta una rinascita”. “Sono emozionato”, gli ha fatto eco Giugliano.

“Sono molto contento perchè la prima fila per un debuttante non è una cosa da poco – ha evidenziato il romano -. E' bellissimo sentire la spinta del pubblico”. Il compagno di squadra di Checa ha fatto anche il punto della sua stagione: “Sta andando bene, sto cercando di fare molta esperienza”, ha concluso. La seconda fila vedrà scattare Jakub Smrz (Ducati Effenbert Liberty Racing) davanti alla Bmw di Leon Haslam, all'Aprilia di Eugene Laverty e alla Ducati di Sylvain Guintoli, incappato in una scivolata.  Bene la wildcard Matteo Baiocco, nono con la Ducati del team Barni Racing, mentre Lorenzo Zanetti e Niccolò Canepa partiranno rispettivamente dalla 15esima e 19esima posizione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -