Superbike, Aragon: Superpole a Sykes. Ma Laverty è il favorito per la gara

Nel turno decisivo Laverty si è dimostrato prontissimo nello sfruttare la gomma ad alte prestazioni e ha subito staccato il secondo crono (1'56.638) meno di 3 decimi dietro allo specialista Tom Sykes.

I piloti di Aprilia Racing hanno confermato sabato le buone impressioni ricavate dalle prove del venerdì e,alla guida delle RSV4 Factory ufficiali, rendendosi protagonisti nella sessione di Superpole che ha definito la griglia di partenza per le gare di domenica. Eugene Laverty e Sylvain Guintoli – che con una vittoria e un secondo posto a testa colti nel primo round australiano, comandano appaiati la classifica del Mondiale SBK – hanno passato in scioltezza il primo dei tre turni di Superpole risparmiando entrambi le gomme da tempo.

Partiti con le coperture da qualifica sin dal primo giro del secondo turno, i due si sono subito piazzati in posizione di sicurezza (secondo Laverty e sesto Guintoli, poi retrocesso, proprio in chiusura di sessione, all’ottavo posto) per accedere alla ultima decisiva tornata, alla quale sono ammessi i migliori nove. Nel turno decisivo Laverty si è dimostrato prontissimo nello sfruttare la gomma ad alte prestazioni e ha subito staccato il secondo crono (1’56.638) meno di 3 decimi dietro allo specialista Tom Sykes, protagonista del nuovo record della pista..

Ottima anche la risposta di Guintoli che, dopo aver sempre occupato nelle prove di venerdì e sabato mattina posizioni tra la nona e la sesta piazza, ha colto un ottimo quarto posto (in 1’57.486) che gli vale la migliore casella della seconda fila nello schieramento. Laverty sa di poter puntare ad un risultato importante: “Il nostro obiettivo è sempre qualificarci in prima fila, e anche qui ad Aragon ci siamo riusciti. Abbiamo lavorato veramente bene, specialmente nella ultima sessione di prove libere, dove abbiamo trovato delle buone soluzioni per il passo di gara. La Superpole è andata come programmato, il secondo posto è una ottima base di partenza. Domani sarà dura, perché oltre a me ci sono almeno altri quattro piloti in grado di giocarsi la vittoria. Su questo tracciato si sono sempre viste delle belle battaglie, noi saremo della partita e punteremo al gradino più alto del podio”.

“La Superpole è andata meglio di quanto sperassi – confessa Sylvain Guintoli - Non mi piace trovare scuse, ma sento che quanto a passo gara ci manca ancora qualcosa rispetto ai migliori. In ogni caso ho conquistato il primo posto della seconda fila, un buon piazzamento visto che permette di essere all’esterno nella prima frenata. Su questa pista non ho mai ottenuto buoni risultati quindi domani punterò a fare due belle gare. Il feeling con la RSV4 aumenta giro dopo giro e questo mi fa sperare, voglio sfruttarne al meglio i punti forti come fatto a Phillip Island”.

I DELUSI - Deludente la prestazione di Marco Melandri, che dovrà scattare con la sua Bmw dall'ottava posizione. Il pilota di Ravenna ha dovuto fare i conti con problemi di chattering. Molto bene invece il compagno di squadra Chaz Davies, terzo, che ha dimostrato anche un passo consistente. Weekend duro per la Ducati e Carlos Checa, solo decimo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -