Superbike, calvario a Monza. Sykes vince Gara 2 flash

Il maltempo rovina la festa Superbike a Monza. Dopo la cancellazione di Gara 1, alcune gocce di pioggia hanno rovinato la festa della seconda manche dopo appena otto giri

Il maltempo rovina la festa Superbike a Monza. Dopo la cancellazione di Gara 1, alcune gocce di pioggia hanno rovinato la festa della seconda manche dopo appena otto giri. Punteggio dimezzato e vittoria pienamente meritata per la Kawasaki di Tom Sykes, che si consacra tra i piloti duri delle derivate di serie. L’inglese, alla seconda vittoria in carriera dopo quella del Nurburgring del 2011, ha preceduto la Bmw di Leon Haslam e l’Aprilia di Eugene Laverty.

Quarto Marco Melandri (Bmw) davanti all’Aprilia di Max Biaggi, alla Honda di Jonathan Rea e alle Ducati del team Althea di Carlos Checa e Davide Giugliano. Non hanno preso parte alla gara il poleman Sylvain Guintoli (Ducati Effenbert Liberty Racing) e Michel Fabrizio (Bmw Motorrad Italia) per problemi tecnici. Quella di Monza doveva esser la gara cardine di Biaggi, che ha guadagnato su Checa appena un punto in campionato.

“Sul bagnato le gomme non temevano – ha affermato Melandri -. Fermata la gara bisognava aspettare e vedere si poteva ripartire. Mi dispiace aver perso il podio per un giro. E’ un stato un weekend difficile. Ma farsi male per andarsela a cercare non va bene. Monza è una pista particolare. Se accade qualcosa non ti perdona”. “Bisogna aspettare un attimo prima di interrompere”, ha dichiarato Lorenzo Zanetti del team Ducati Pata. "Mi sembra stupido aver interrotto una gara dopo otto giri", è il commento di Ayrton Badovini (Bmw Motorrad Italia), decimo al traguardo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -