Superbike, che show a Donington. Vittorie per Melandri e Rea

Gioie e dolori per la Bmw a Donington. Marco Melandri ha regalato per la casa di Monaco di Baviera il primo successo nel Mondiale Superbike, il numero cinque per il pilota di Ravenna

Gioie e dolori per la Bmw a Donington. Marco Melandri ha regalato per la casa di Monaco di Baviera il primo successo nel Mondiale Superbike, il numero cinque per il pilota di Ravenna nel sempre più avvincente campionato delle derivate di serie. Il trionfo del colosso tedesco è stato rovinato da una caduta nella manche pomeridiana che ha visto coinvolti Melandri e il compagno di squadra Leon Haslam, che al mattino aveva completato la doppietta.

Ad innescare l'incidente un sorpasso deciso della Honda di Jonathan Rea, che ha fatto cadere Haslam. La Bmw del pilota britannico a sua volta ha travolto Melandri, che è finito largo. Rea ha così vinto la seconda gara dell'anno, precedendo Max Biaggi che ha consolidato il primato nel Mondiale con 5 punti di vantaggio su Tom Sykes, che ha archiviato la trasferta di Donington con due terzi posti

Domenica amara per Carlos Checa (Ducati Althea), che dopo aver chiuso Gara 1 al sesto posto davanti al compagno di squadra Davide Giugliano, non ha visto la bandiera a scacchi  dopo aver tamponato l'Aprilia di Eugene Laverty ed esser finito nell'erba insieme a Giugliano e Jakub Smrz. Da segnalare l'ottimo sesto posto di Ayrton Badovini (Bmw Motorrad Italia) in Gara 2 e l'ottavo al debutto in Superbike di Loris Baz, che ha preso il posto dello sfortunatissimo Joan Lascorz in Kawasaki.

Biaggi dopo cinque round del campionato comanda con 128.5 punti davanti a Sykes (123.5) e Rea con 108. Seguono Checa con 105.5, Melandri con 97.5 e Haslam con 86.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -