Superbike, diluvio amaro per Biaggi. Melandri a 10,5 punti

Il diluvio di Silverstone inguaia Max Biaggi e fa sorridere a Marco Melandri. Quando mancano appena quattro prove al termine del mondiale Superbike, con a disposizione 200 punti, i due italiani sono divisi da appena 10,5 punti

Il diluvio di Silverstone inguaia Max Biaggi e fa sorridere a Marco Melandri. Quando mancano appena quattro prove al termine del mondiale Superbike, con a disposizione 200 punti, i due italiani sono divisi da appena 10,5 punti. Il pilota di Ravenna ha approfittato della sfortunata del portacolori dell'Aprilia, incappato in una caduta in Gara 1 al penultimo giro e in un deludente 13esimo posto nella manche pomeridiana.

Melandri, anche lui non al top in condizioni estreme, si è accontentato di un settimo e ottavo posto. "Abbiamo fatto dei passi indietro, ma la fortuna ci ha aiutato", ha dichiarato il romagnolo. Biaggi non si demoralizza: "Ci rifaremo". “In Gara 1 ho pizzicato la riga bianca e la moto è partita per la tangente, un errore veniale. Peccato perché il sesto posto che stavo difendendo era una buona posizione, considerando le condizioni. Interrompere Gara 2 a mio parere è stato corretto, si vedevano aloni di olio o benzina in alcune curve ed era troppo pericoloso. Il mio vantaggio si è dimezzato, questo è il bilancio del weekend, ora pensiamo a Mosca dove si partirà da zero su un tracciato nuovo per tutti”.

A decidere il titolo 2012 saranno i Gran Premi di Russia, Germania, Portogallo e Francia. La pioggia ha portato sul gradino più alto del podio due francesi. In Gara 1 si è imposto Loris Baz, talento della Kawasaki, che ha preceduto le Bmw del team Motorrad Italia di Michel Fabrizio e Ayrton Badovini. Quest'ultimo quando ha tagliato il traguardo è incappato in un high-side, con la sua S1000RR colpita in pieno dalla Honda di Jonathan Rea. Entrambi i piloti non hanno riportato lesioni. Per Baz, 19 anni, si tratta della prima vittoria nel campionato delle derivate di serie dopo il primo podio a Brno.

Nella manche successiva Baz è arrivato alle spalle di Sylvain Guintoli, che ha regalato il successo alla team Pata. Sul gradino pià basso del podio la Ducati del team Effenbert di Jakub Smrz. Hanno deluso Tom Sykes su Kawasaki (ottavo e quattordicesimo) e il campione del mondo in carica della Ducati del team Althea Carlos Checa (settimo e nono). Il mondiale Superbike torna in pista il 26 agosto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -