Superbike, Fabrizio: "Imola pista speciale". Badovini cerca il riscatto

C'è un feeling particolare tra Michel Fabrizio e l'autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, che questo weekend ospiterà il secondo round del mondiale Superbike

C'è un feeling particolare tra Michel Fabrizio e l'autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, che questo weekend ospiterà il secondo round del mondiale Superbike. Il pilota romano è salito sul gradino più alto del podio di Gara 2 nel 2009 ed è attualmente l'unico italiano in attività ad aver vinto sui sali e scendi del Santerno. “E' un onore per me – ha esordito il portacolori della Bmw del team Motorrad Italia -. E' un tracciato che mi è sempre piaciuto ed ho fatto delle belle gare anche in Superstock”.

Nel 2011 con la Suzuki Fabrizio non ha visto la bandiera a scacchi: “Sono incappato in due scivolate, speriamo di fare bene quest'anno”. Nel frattempo cresce il feeling con la S1000RR: “Stiamo lavorando molto bene. Non mi aspettavo una moto così”. Quella di Imola rappresenta invece l'appuntamento di casa per Ayrton Badovini, che abita a pochi chilometri dal tracciato imolese.

“Phillip Island è ormai un capitolo chiuso – ha affermato Badovini -. Durante questo mese di stop ci siamo concentrati su aspetti tecnici ma anche dal punto di vista mentale di concentrazione”. Il pilota della Bmw ha esaltato le caratteristiche dell'impianto di Imola: “E' un tracciato bellissimo, ma anche molto impegnativo sotto il profilo fisico. Lo scorso hanno ho avuto qualche dolore ad una spalla, ma quest’anno sono molto motivato e voglio fare bene”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -