Superbike Imola, Melandri: "Siamo al limite e non sono perfetto"

Sorride Marco Melandri dopo la Superpole del Gran Premio di Imola, secondo round del mondiale Superbike. Il portacolori della Bmw, solo 14esimo dopo il primo turno di qualifiche del venerdì

Sorride Marco Melandri dopo la Superpole del Gran Premio di Imola, secondo round del mondiale Superbike. Il portacolori della Bmw, solo 14esimo dopo il primo turno di qualifiche del venerdì, scatterà dalla quinta posizione, alle spalle dell'Aprilia di Max Biaggi. "Avrei potuto fare meglio probabilmente - ha esordito il pilota di Ravenna -. Tuttavia siamo al limite e a volte commetto qualche piccola sbavatura in staccata".

Rispetto alla prima giornata, la S1000RR numero 33 saltella lievemente meno. Ma "Macho" sottolinea: "La moto continua a vibrare, ma anche a causa della conformazione del tracciato. Anche gli altri team hanno un po' questi problemi". Domenica in gara si attende una diminuzione delle temperature, con le massime previste intorno ai 19°C: "Noi partiremo comunque con la gomma dura, che è la più adatta in queste condizioni".

E' andato invece fortissimo il compagno di squadra Leon Haslam, che ha agguantato la prima fila alle spalle di Tom Sykes, Sylvain Guintoli e Carlos Checa: "Stiamo crescendo dopo le difficoltà che abbiamo avuto a Phillip Island", ha affermato il britannico. Il vice campione del mondo 2010 soffre ancora per l'infortunio subìto nei test pre-campionato proprio sul tracciato australiano: "Non sono ancora al top, ma con la fisioterapia sto migliorando". In difficoltà le Bmw del team Motorrad Italia, con Ayrton Badovini 16esimo e Michel Fabrizio 18esimo, rallentato da qualche problema di troppo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -