Superbike, la pioggia inguaia Checa: "Non ci siamo capiti ai box"

Il portacolori della Ducati del team Althea, complice un fraintendimento con il muretto dei box, non è andato oltre la 16esima posizione e domenica è atteso a due gare all'attacco

La pioggia caduta a Misano prima della Superpole ha rovinato i piani di Carlos Checa. Il portacolori della Ducati del team Althea, complice un fraintendimento con il muretto dei box, non è andato oltre la 16esima posizione e domenica è atteso a due gare all’attacco. “Dobbiamo fare una rimonta – ha ammesso Checa -. Determinante sarà la scelta delle gomme. Dovremo fare quella giusta e vedere che riusciremo a fare”.

Quanto all’incomprensione con i box, Checa ha evidenziato che probabilmente era necessario parlare della strategia da adottare prima della sessione. “C’e’ stato un fraintendimento – ha confermato -. Io ho visto “box” e pensavo che avrei dovuto rientrare per montare la gomma da qualifica. E’ un peccato perche’ avevamo dimostrato di poter fare un bel risultato nella Superpole”. Non ha sbagliato un colpo, invece, Davide Giugliano.

Il romano ha arpionato la quarta posizione: “E’ una bella emozione conquistare un piazzamento del genere davanti al pubblico di Misano – ha sottolineato -. Pian piano sto crescendo. Sapevamo di poter fare bene su questo tracciato e quindi partire in prima fila era il primo step. Non significa che stiamo tranquilli, c’e’ ancora tutto da fare, ma sono molto fiducioso”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -