Superbike, la pioggia scombina i piani di Biaggi. Superpole a Guintoli

La pioggia rilancia le ambizioni delle Ducati a Monza. Clamorosamente le bicilindriche di Borgo Panigale hanno surclassato le favorite della vigilia, Bmw e Aprilia

La pioggia rilancia le ambizioni delle Ducati a Monza. Clamorosamente le bicilindriche di Borgo Panigale hanno surclassato le favorite della vigilia, Bmw e Aprilia, naufragate indietro nel diluvio. Dalla Superpole scatterà un mastino del bagnato, quel Sylvain Guintoli (team Effenbert Liberty Racing) che ad Assen in condizioni di pioggia intensa aveva conquistato la prima vittoria della carriera. Alle spalle del francese ci sarà la Kawasaki di Tom Sykes.

Il britannico ha realizzato nell’ultimo turno di prove libere il record di velocità per una Superbike, fermandosi a 339,5 km/h. Un primato ottenuto sfruttato la scia di Max Biaggi. A completare la prima fila la prima delle Bmw, quella di Marco Melandri, e la Ducati di Carlos Checa. Solo sesto, alle spalle della Honda di Jonathan Rea, Biaggi, incappato in una scivolata alla Parabolica nelle libere. I meccanici dell’Aprilia in tempi record hanno ricostruito la moto.

Al suo fianco troverà le Ducati di Jakub Smrz e Davide Giugliano. Primo degli esclusi nella battaglia per la Superpole l’americano della Suzuki John Hopkins, che ha preceduto un altro dei delusi del sabato, Eugene Laverty, incappato in una scivolata fotocopia a quella di Biaggi. Solo undicesimo il poleman del venerdì, Michele Fabrizio (Bmw Italia), davanti a Leon Camier (Suzuki), Ayrton Badovini (Bmw) e Leon Haslam (Bmw).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -