Superbike, Melandri contro Rea: "Non mi sembra il modo di correre"

Marco Melandri scrive il suo nome nella storia della Bmw. Il pilota di Ravenna ha regalato alla casa tedesca la prima vittoria nel mondiale Superbike

Marco Melandri scrive il suo nome nella storia della Bmw. Il pilota di Ravenna ha regalato alla casa tedesca la prima vittoria nel mondiale Superbike. “Sapevo che potevo farcela e quando è arrivato il momento giusto ho spinto al massimo – ha affermato l’ex campione del mondo della 250cc -. E’ una vittoria fantastica, per tutti i ragazzi della squadra e chi ha creduto in me”. In Gara 2 Melandri ha cercato la doppietta, ma il finale che ha regalato l’ultima curva è stato da cardiopalma.

Il ravennate ha cercato il tutto per tutto, infilando il compagno di squadra Leon Haslam. La Bmw numero 33 è finita larga. L’inglese ha impostato la traiettoria migliore, ma è stato colpito dalla Honda di Jonathan Rea. La Bmw numero 91 è così finita a terra, travolgendo anche quella di Melandri.  “Sono deluso perchè era un risultato alla nostra portata”, ha detto il ravennate, che ha poi accusato Rea: “ Sorpassi duri li faccio e li subisco, ma non mi sembra questo il modo di correre.”

Immediata la replica del vincitore di Gara 2: “E’ uno dei più aggressivi in pista, mi stupisco che si sia arrabbiato. Ho visto uno spazio che ha lasciato Haslam e quando lui ha chiuso la traiettoria ci siamo toccatti. Non potevo farci nulla”. Melandri ha poi twittato un messaggio nel quale ha evidenziato che la decisione di non prendere provvedimenti sulla manovra di Rea è stata scandalosa: “Ho paura che dobbiamo vedere ancora un brutto incidente per far tornare tutti sulla terra. Chiedo regole ferree per chi fa del male”.

Ayrton Badovini ha invece archiviato il weekend inglese con un undicesimo e sesto posto. "Gara 1 è iniziata in salita dopo il contatto al via con un avversario, che mi ha fatto perdere molto terreno e mi ha costretto ad una corsa in recupero – ha affermato il portacolori della Bmw del team Motorrad Italia -. In gara 2 abbiamo provato a montare una morbida all'anteriore ma purtroppo da metà gara in poi mi sono ritrovato in crisi di grip, per questo motivo ho corso i restanti giri in difesa per portare a casa il miglior piazzamento possibile”.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -