Superbike, piccoli segnali di incoraggiamento da Lascorz

Arrivano segnali incoraggianti da Joan Lascorz, il portacolori della Kawasaki incappato in un gravissimo incidente durante la sessione di test Superbike a Imola

Arrivano segnali incoraggianti da Joan Lascorz, il portacolori della Kawasaki incappato in un gravissimo incidente durante la sessione di test Superbike a Imola che si è svolta all'indomani del secondo round del campionato. Il pilota spagnolo, ricoverato all'ospedale Vall d'Hebron di Barcellona, ha mosso leggermente un po’ le braccia, la spalla, il gomito, e il polso. Saranno decisive le prossime settimane per verificare a che punto può arrivare il suo recupero.

I medici hanno verificato il rigonfiamento della vertebra lesa durante l'incidente, la C6, sottoposta ad un delicato intervento chirurgico all'ospedale “Maggiore” di Bologna durato circa sei ore. “Non ci sono state complicanze polmonari e il gonfiore è andato giù” ha affermato Guim Roda, team manager del team Kawasaki Provec a “Marca”. Lascorz respira autonomamente, senza assistenza meccanica. Ha ancora il tubo di tracheotomia e fatica ancora parlare.

Il dramma si è consumato mentre mancavano sei minuti alla chiusura del primo turno di sessione dei test. Lascorz, soddisfatto del bilanciamento della sua ZX-10R, era tornato in pista per fare un giro veloce. Nella salita che dalla Tosa porta alla Piratella il pilota ha perso il controllo della sua moto, che si è schiantata ad oltre 200 chilometri orari nel muretto che si trova a bordo pista. Nell'impatto il telaio della moto si è tranciato di netto, mentre il pilota è rimasto immobile sull'asfalto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -